A seguito della collaborazione tra 21Shares e ETF Securities, EBTC ed EETH emergeranno come i primi ETF australiani con accesso alle criptovaute

L’emittente di prodotti di investimento con sede in Svizzera, 21Shares, ha unito le forze con ETF Securities per lanciare i primi due fondi negoziati in borsa in Australia che forniranno ai clienti l’accesso diretto alle criptovalute. Questi prodotti seguiranno le prestazioni di Bitcoin ed Ethereum sarà disponibile il 27 aprile.

Gli ETF Crypto arrivano in Australia

Mentre i regolatori finanziari americani continuano a rifiutare le richieste di ETF spot di criptovaluta da parte di grandi aziende, tali prodotti hanno iniziato a emergere in altri paesi. Lo scorso febbraio i watchdog canadesi hanno dato il via libera al primo fondo quotato Bitcoin della nazione, mentre le autorità brasiliane hanno fatto lo stesso pochi mesi dopo.

Secondo un recente comunicato stampa, anche l’Australia metterà il suo nome in quella lista approvando due di questi prodotti. L’iniziativa vedrà la luce alla fine di aprile dopo una collaborazione tra 21Shares ed ETF Securities. Soprannominati ETFS 21Shares Bitcoin ETF (EBTC) e ETFS 21Shares Ethereum ETF (EETH), i fondi seguiranno il prezzo rispettivamente di BTC ed ETH in dollari australiani. I prodotti saranno completamente supportati dalle loro attività sottostanti e tenuti in celle frigorifere da Coinbase.

Graham Tuckwell, presidente esecutivo di ETF Securities, ha spiegato che i fondi consentiranno agli investitori di scambiare criptovalute senza creare i propri portafogli Bitcoin o Ethereum e archiviare le partecipazioni.

“Una volta che abbiamo deciso di creare una gamma di criptovalute per il mercato australiano, c’era un solo partner con cui volevamo lavorare, ed era 21Shares. Il suo approccio pionieristico per proteggere gli investimenti in criptovaluta è stato emulato da altri gestori di fondi in tutto il mondo”

A parlare della questione è stato anche Hany Rashwan, CEO e co-fondatore di 21Shares. Ha affermato che il team dietro la sua azienda è “incredibilmente entusiasta” di poter offrire i primi ETF che garantiscono un’esposizione diretta a Bitcoin ed Ethereum in Australia. Inoltre, ha accennato al fatto che 21Shares potrebbe fornire fondi simili con altre attività sottostanti in futuro.

Come riportato da CryptoPotato all’inizio di questa settimana, l’Australia è già salita sul carro dei cripto ETF lanciando l’ETF Cosmos Asset Management Bitcoin, che inizierà a essere negoziato anche il 27 aprile. A differenza di EBTC ed EETH, tuttavia, è stato introdotto come “fondo di fondi ” poiché investe nello scopo Bitcoin ETF disponibile per il trading a Toronto, in Canada.

Twitter Crypto-Blog.IT

Le Crypto conitnuano a crescere in Australia

È sicuro affermare che la tecnologia blockchain e le criptovalute sono fiorite in Australia dall’inizio del 2022. A febbraio, la piattaforma di brokeraggio australiana, SafeWealth, ha iniziato a fornire servizi di trading di asset digitali ai clienti domestici. Ha anche integrato strumenti educativi per gli investitori che stanno appena entrando nel mondo delle criptovalute.

Quasi un mese dopo, la principale sede di negoziazione FTX ha istituito una filiale australiana chiamata FTX Australia Pty Ltd. Quest’ultima ora offre prodotti e servizi crittografici OTC, oltre a derivati.

Allo stesso tempo, la più grande banca del paese, la Commonwealth Bank of Australia, ha rivelato le sue intenzioni di fornire ulteriori opportunità di asset digitali ai clienti. L’istituto ha anche rivelato che cerca di raddoppiare le dimensioni del suo team blockchain nei mesi successivi.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!