In sviluppo i contratti intelligenti con architettura adattiva per ADALend, il protocollo di prestito scalabile e decentralizzato governato da DAO

Plutus Application Backend (PAB) fornisce agli sviluppatori un modo rapido per creare applicazioni finanziarie decentralizzate. Plutus renderà più facile concentrarsi sul frontend e sulla logica di business della tua applicazione. Prendendosi cura dell’infrastruttura di backend, Plutus libera il tempo degli sviluppatori da dedicare allo sviluppo delle applicazioni.

Tutto ciò è possibile grazie alle funzionalità di Plutus Core che forniscono gli elementi costitutivi per le applicazioni decentralizzate.

Con l’aggiornamento del protocollo Alonzo è stata lanciata Plutus, una piattaforma che fornisce un linguaggio di contratto intelligente nativo, nonché l’infrastruttura e gli strumenti necessari per implementare i contratti intelligenti su Cardano. La piattaforma Plutus consente agli sviluppatori di creare app decentralizzate (DApp) che interagiscono con registri distribuiti tramite funzionalità di scripting.

Contratti intelligenti con architettura adattabile e adattiva per ADALend

Affinché il protocollo ADALend funzioni correttamente, sono necessari smart contract e librerie PAB. Ciò è necessario per un ecosistema che consentirà lo sviluppo di un ambiente finanziario senza fiducia. Con la sua forte adattabilità, PAB ben si adatta a diversi protocolli di prestito e progetti con caratteristiche simili. Ha lo scopo di fornire questa capacità pur mantenendo un alto livello di sicurezza e scalabilità in tutta la piattaforma.

Di conseguenza, ADALend intende costruire i propri contratti intelligenti con un’enfasi sulla sicurezza, la manutenibilità e la modularità, pur avendo la capacità di caricare e scaricare dinamicamente le funzionalità a seconda dei requisiti dell’azienda.

Plutus Application Backend (PAB) presenta interfacce rilevabili a client esterni, come un’applicazione mobile e un sito web. PAB è anche responsabile della sicurezza e dell’autorizzazione dell’utente dei dati finanziari. Sarà in grado di gestire complesse integrazioni e logiche di business, necessarie per il più ampio ecosistema finanziario.

PAB terrà traccia delle informazioni sulla catena per gli usi del contratto intelligente. Sebbene PAB non sarà responsabile di prendere decisioni sul prestito, sarà responsabile dell’intera esperienza del cliente, dal momento in cui il cliente inserisce le proprie informazioni e richiede un prestito, fino al momento in cui l’utente ha diritto a ricevere i token che sono stati prestati a loro.

PAB consentirà ad ADALend di essere progettato in modo tale da consentire a un numero quasi infinito di servizi di prestito e utenti di interfacciarsi con Plutus in modo semplice e sicuro.

PAB consente il test e l’autenticazione di emulazione di ADALend

Il PAB è in grado di passare in modo fluido tra ambienti operativi emulati e non emulati (rete reale). I test unitari, i test di integrazione, i test basati sulle proprietà e così via sono resi più facili da creare come risultato di questo miglioramento. Poiché il backend può ricevere e distribuire messaggi, il PAB consentirà al team di sviluppo di ADALend di interfacciarsi con esso con relativa facilità.

Di conseguenza, il team può inviare richieste standard agli endpoint che sono stati esposti dal PAB e che corrispondono ad azioni e operazioni che ogni singolo smart contract è in grado di eseguire da solo.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!