Africa e Blockchain: Il boom della raccolta fondi a cui assiste il settore crittografico africano non mostra segni di rallentamento

Nel primo trimestre del 2022, un capitale di $ 91 milioni è entrato nell’ecosistema blockchain africano, seguito da altri $ 213 milioni durante il secondo trimestre, per un totale di $ 304 milioni.

Gli investimenti in VC continuano a riversarsi in Africa

A maggio, la piattaforma di trading di criptovaluta con sede alle Seychelles KuCoin ha raccolto $ 150 milioni come parte del suo round di finanziamento pre-serie B, portando la valutazione totale della società a $ 10 miliardi di dollari USA. Successivamente, Mara, un exchange di criptovalute panafricano, ha raccolto $ 23 milioni, mentre le startup congolesi e nigeriane Jambo e Afriex hanno raccolto rispettivamente $ 30 milioni e $ 10 milioni.

L’African Blockchain Report 2021, pubblicato come progetto congiunto da Crypto Valley Venture Capital e Standard Bank, mostra che tra il primo trimestre del 2021 e il 2022, i finanziamenti sono cresciuti dell’1.668%, passando da $ 5,1 milioni a $ 91 milioni.

Anche i pagamenti criptocentrici sono cresciuti, con un aumento del 1.200 percento tra luglio 2020 e giugno 2021. Nonostante questi numeri sorprendenti, l’Africa rappresenta un misero 0,5% del finanziamento totale mondiale della blockchain.

Afflussi dominati da soli quattro paesi

Nigeria, Kenya e Sud Africa, tre dei “quattro grandi” ecosistemi di avvio in Africa, insieme alla nazione insulare delle Seychelles, hanno rappresentato 122 milioni di dollari degli afflussi totali di VC. Le società crittografiche nigeriane hanno raccolto $ 49,6 milioni seguite dalle Seychelles a 33,8 milioni.

Le società di criptovalute del Kenya e dell’Africa meridionale sono state in grado di accumulare rispettivamente $ 20 milioni e $ 18,8 milioni. Il rapporto aggiunge:

“La mancanza di sistemi finanziari legacy comuni e un’enorme popolazione, principalmente senza banche, contribuiscono alla popolarità e alla crescita delle criptovalute nel continente”,

Infine, paesi come Camerun, Burkina Faso, Egitto e Ghana sono stati in grado di attrarre investimenti per un valore rispettivamente di $ 4,1 milioni, $ 300.000, $ 200.000 e $ 125.000.

Twitter Crypto-Blog.IT

I pagamenti P2P sono in aumento

I pagamenti peer-to-peer (P2P) tra le piccole imprese e gli investitori in criptovalute sono in aumento, indicando che le masse africane stanno abbracciando in massa la tecnologia blockchain. Ian Putter, Head Blockchain COE di Standard Bank e Blockchain Research Institute Africa Regional Director ha sottolineato:

“Paesi come il Sud Africa, il Kenya, la Nigeria e il Ghana hanno assistito a un rapido assorbimento di criptovalute per accedere a percorsi di pagamento più efficienti forniti dalle reti blockchain e ottenere rendimenti sul reddito con asset come Bitcoin o stablecoin ancorati al valore del dollaro USA “

Un altro rapporto del Boston Consulting Group (BCG), Bitget e Foresight Ventures suggerisce che l’adozione delle criptovalute in Africa sarà testimone di una forte crescita a breve termine, in gran parte dovuta all’aumento del trading di derivati crittografici.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!