Alonzo e Cardano: Cardano è stata oggetto di una serie di critiche dopo che alcuni presunti difetti nelle sue strutture sono stati portati alla luce nella rete principale di Alonzo
.

Cardano, la terza criptovaluta per capitalizzazione di mercato, scambiata intorno ai 2,9$ (Binance), dietro a Bitcoin ed Ethereum, è stata criticata dopo le segnalazioni di un problema di concorrenza riscontrato nel testnet.

Crisi di concorrenza per ADA?

Il team Cardano all’inizio di settembre ha annunciato che la funzionalità dei contratti intelligenti era ora disponibile su Alonzo Testnet. A seguito dell’implementazione degli smart contract, l’implementazione dell’aggiornamento della mainnet di Alonzo è prevista per il 12 settembre. Tuttavia, un thread di tweet del sostenitore di Ethereum Anthony Sassano il 4 settembre ha mostrato una serie di screenshot che hanno rivelato un problema di concorrenza riscontrato sull’exchange decentralizzato basato su Cardano (DEX), Minswap. Il DEX è diventato il primo Dapp lanciato sul testnet Cardano il 4 settembre. I problemi generalmente, si manifestano spesso in modi che impediscono a più utenti di interagire contemporaneamente con un programma o un protocollo. Nel caso Cardano, il problema deriva probabilmente dall’assenza di una “Cardano Virtual Machine“, uno stato globale come Ethereum Virtual Machine, che consente alle operazioni di smart contract di procedere contemporaneamente.

Secondo uno degli screenshot pubblicati da Sassano, un utente ha riscontrato un errore di transazione durante il tentativo di scambiare i token. Alcuni membri della comunità erano preoccupati che Minswap gestisse solo una transazione per blocco, rendendola inefficiente. Reagendo all’apparente problema, il fondatore di Cardano Charles Hoskinson ha dichiarato in un video che le critiche alla concorrenza equivalgono a una caratterizzazione disonesta del progetto. Secondo il creatore di Cardano, costruire un sistema distribuito decentralizzato e scalabile è un’impresa difficile.

Cardano è qui per restare

Nel frattempo, IOHK, la società di ricerca e sviluppo dietro Cardano, ha anche pubblicato un thread di tweet sulla presunta “disinformazione” sull’approccio al registro di Cardano. Un post sul blog Medium pubblicato da SundaeSwap Labs, un DEX basato su Cardano, ha ulteriormente affrontato alcune delle idee sbagliate su Cardano. Secondo l’articolo, era possibile effettuare centinaia di transazioni per blocco. SundaeSwap ha anche affermato che la centralizzazione era uno dei modi per risolvere il problema. Nel frattempo, il DEX ha notato che il problema riscontrato nel testnet non significava la morte di Cardano.

“Quindi per chi sostiene che questa è la morte di Cardano: peccato, è impossibile! Indicare un esperimento roccioso nei primissimi giorni di un ecosistema e considerarlo il fatale presagio della caduta di Cardano è nel migliore dei casi un’ingenuità prematura e nel peggiore dei casi disonestà intellettuale”

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!