Argo Blockchain ha venduto 637 BTC a un prezzo approssimativo di $ 24.500, mentre gli asset estratti sono significativamente inferiori, solamente 179 BTC

La società di mining di criptovalute con sede nel Regno Unito, Argo Blockchain, ha estratto 179 Bitcoin il mese scorso. Tuttavia, a causa delle attuali condizioni di mercato e del suo contratto di prestito con Galaxy Digital, la società ha dovuto vendere 637 BTC a un prezzo medio di circa $ 24.500.

Più vendite che produzione

Nel settembre 2021, Argo Blockchain si è assicurata un prestito di 25 milioni di dollari garantito da bitcoin da Galaxy Digital, una società di gestione degli investimenti guidata da Mike Novogratz. Il finanziamento aveva lo scopo di alimentare i piani di espansione dell’azienda nel Texas occidentale e soddisfare i suoi requisiti di flusso di cassa. Nel suo annuncio più recente, Argo Blockchain ha rivelato di aver dovuto vendere 637 BTC a giugno per ridurre gli obblighi dell’accordo. Il prezzo medio delle vendite è stato di circa $ 24.500. Alla fine del mese scorso, l’entità aveva un saldo residuo di $ 22 milioni sotto il suo credito.

“Per tutto il 2022, la società ha venduto una parte significativa della produzione mensile di bitcoin, riducendo costantemente la propria esposizione al prestito garantito da BTC e rafforzando il proprio bilancio. La società è fiduciosa di possedere liquidità sufficiente per evitare qualsiasi potenziale liquidazione del prestito garantito da BTC se il prezzo del bitcoin continua a diminuire”

Passando alla produzione, Argo Blockchain ha estratto 179 BTC a giugno rispetto ai 124 BTC di maggio. I risultati migliori sono dovuti all’aumento della capacità totale di hashrate e alla maggiore efficienza dell’impianto di Helios in Texas. Attualmente, l’organizzazione detiene 1.953 BTC (di cui 210 equivalenti BTC). Calcolato dai prezzi correnti, la scorta equivale a quasi $ 40 milioni.

Giugno è stato un mese di successo per la capacità totale di hashrate di Argo, che è salita a 2,2 EH/s. L’azienda è riuscita a installare macchine S19J Pro che hanno aumentato la produttività, mentre entro ottobre di quest’anno dovrebbero arrivare altri 20.000 dispositivi acquistati da Bitmain. A parlare dell’aggiornamento è stato Peter Wall, CEO di Argo:

“Gli sforzi in corso per potenziare in modo significativo le operazioni minerarie di Argo si riflettono nei numeri di questo mese e nel nostro aumento dell’hashrate… Riteniamo che l’azienda sia ben posizionata per affrontare le attuali condizioni di mercato e aumentare ulteriormente la nostra efficienza. Questi numeri, insieme alle nostre continue installazioni delle macchine S19J Pro, ci mettono in una solida posizione per quanto riguarda la nostra capacità di mining”

Twitter Crypto-Blog.IT

Anche Argo ha preso in prestito fondi da una sussidiaria NYDIG

All’inizio di quest’anno, la società di criptovalute ha preso un prestito aggiuntivo di 70 milioni di dollari da una sussidiaria del New York Digital Investment Group (NYDIG). I fondi avevano lo scopo di aumentare la capacità produttiva di Helios (la struttura leader dell’azienda con sede nella contea di Dickens, in Texas).

“Siamo lieti di garantire questo ulteriore finanziamento non diluitivo che ci consentirà di continuare ad allestire la Fase 1 del nostro sito Helios. NYDIG comprende i requisiti finanziari dei minatori di bitcoin su larga scala e siamo entusiasti di continuare a lavorare con loro per eseguire e realizzare la prossima fase della crescita di Argo”

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!