Bitcoin 2017 vs 2021: Un confronto tra i cicli di mercato di Bitcoin mostra investimenti istituzionali in aumento nell’attuale ciclo del 2021, a differenza del ciclo del 2017
.

Vediamo insieme un analisi dettagliata di alcune delle metriche strutturali del mercato di Bitcoin, che ultimamente ha visto il prezzo superare la soglia dai 50K$ (Binance) confrontando il ciclo attuale con quello del 2017.

NVT di Bitcoin

NVT stima i valori della rete blockchain utilizzando il suo volume di investitori on-chain. Poiché l’analista crittografico Willy Woo ha inizialmente introdotto questo modello, il prezzo NVT viene calcolato moltiplicando il volume on-chain per il valore mediano di 2 anni di NVT-Ratio (cap di mercato / volume totale di trasferimento on-chain). Nel 2018, dopo aver toccato la parte superiore del ciclo, sia il prezzo medio dei 30 giorni che quello dei 90 giorni di NVT sono diminuiti continuamente per quasi 12 mesi. Tuttavia, dal momento che il calo del 50% che ha avuto luogo nel maggio 2021, queste medie mobili stanno salendo a livelli superiori ai loro picchi precedenti a 64K. Questa variazione nei risultati dei prezzi basati su NVT potrebbe essere tradotta in un livello di attività istituzionale più elevato rispetto ai rivenditori.

Analisi categorica dell’attività on-chain

Storicamente, in tutti i precedenti cicli di mercato delle criptovalute, sia la media mobile a 7 giorni del volume di trasferimento su catena che le mediane sono aumentate fino a oltre 4 volte il loro livello MA di 360 giorni e poi sono scese al di sotto della loro MA di 360 giorni. La media e mediana del volume di trasferimento on-chain sono i proxy per le transazioni più grandi e più piccole. Quando il valore medio aumenta, significa che le transazioni ad alto volume si verificano più frequentemente. La mediana, d’altra parte, è un proxy per le piccole transazioni attribuite ai rivenditori.

Sorprendentemente, non c’è stato un picco di oltre 4 volte. Inoltre, il valore medio è sempre stato correlato con la mediana, il che significa che il livello di attività sia per le grandi entità che per i rivenditori minori è cresciuto con l’aumento dei prezzi al nuovo ATH fino a oltre 4 volte la loro MA di 360 giorni. Sorprendentemente, c’è stata una divergenza significativa tra il valore mediano e il valore medio. Questa divergenza indica anche l’impronta delle entità più grandi in questo ecosistema con una convinzione e una visione diversa.

Il rapporto di flusso del fondo di Bitcoin: ci sono le Istituzioni?

Seguendo l’apparente impronta discussa delle grandi entità sopra, un’altra preziosa metrica sulla catena, chiamata Fund Flow Ratio, può essere studiata per valutare questa ipotesi. Gli attori istituzionali stanno principalmente trasferendo i loro beni fuori dagli scambi (on-chain). Pertanto, possiamo tracciare il peso della categoria misurando il Fund Flow Ratio (volume di trasferimento on-chain che non viene inviato/prelevato dalle borse diviso per il volume totale di trasferimento on-chain). Studiare l’andamento storico di questo rapporto è la prova che è diminuito successivamente dopo aver raggiunto l’ATH ed essere entrato nel mercato ribassista. Questo rapporto, tuttavia, è in aumento da gennaio 2021, nonostante la correzione del mercato del 50% a maggio. Quasi il 96% delle transazioni on-chain non è attribuito ai prelievi/depositi degli Exchange. La semplice conclusione può essere che il coinvolgimento istituzionale nei mercati delle criptovalute è in forte aumento.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!