Buffett e Munger si sbagliano sulle criptovalute: Mr.Wonderful non è d’accordo nel descrivere le criptovalute come “veleno per topi”

L’ospite del programma televisivo Shark Tank, Kevin O’Leary, ha delineato un brillante futuro per la tecnologia blockchain e bitcoin, dicendo che l’inverno crittografico in corso è solo un capovolgimento. In quanto tale, ha sostenuto che due dei più grandi critici della classe di asset, Warren Buffett e il suo braccio destro Charlie Munger, non hanno torto nel definirlo “veleno per topi” o una “fogna aperta” di attori malvagi.

O’Leary  ha cambiato idea

L’uomo d’affari canadese, noto come Mr. Wonderful, in passato era piuttosto scettico riguardo alle criptovalute. L’anno scorso, però, ha cambiato posizione e ha investito il 3% del suo portafoglio in bitcoin. Da allora, è stato un schietto sostenitore del settore, giurando di non vendere la sua scorta nell’attuale situazione avversa.

In una recente intervista, O’Leary ha ribadito il suo punto di vista affermando che la produttività, trasparenza ed efficienza della tecnologia blockchain sono immensa a lungo termine. A suo avviso, il mercato ribassista in corso potrebbe rimanere per un po’, ma alla fine passerà. Si aspetta che capitale istituzionale senza precedenti in criptovalute alimenterà la prossima corsa al rialzo, consigliando agli investitori di essere pazienti poiché “risultati straordinari richiedono tempo.

A tale proposito, il canadese ha elogiato Warren Buffett e Charlie Munger come grandi investitori, ma la loro visione delle criptovalute è sbagliata. Nel corso degli anni, il CEO di Berkshire Hathaway ha etichettato BTC come “veleno per topi”, mentre di recente ha affermato che non comprerebbe tutti i bitcoin del mondo nemmeno per soli $ 25.

L’anno scorso, il suo braccio destro, Charlie Munger, desiderava che le criptovalute non fossero mai inventate. All’inizio di questo mese, il miliardario 98enne ha affermato che la classe di attività sta “minando le valute nazionali del mondo” e che chiunque venda criptovalute sia malvagio o delirante.

Oltre ad opporsi a Buffett e Munger, O’Leary ha toccato i numerosi progetti falliti nello spazio crittografico come Terra. Non è sorpreso che tali protocolli crollino poiché sono gestiti da modelli di business deboli e cattivi gestori. Lo spazio sarà un posto migliore quando si libererà degli “idioti” che ne diminuiscono la forza, ha concluso il canadese:

“Dovremmo celebrare questa epurazione”

Twitter Crypto-Blog.IT

Anche Scaramucci è contro Buffett

All’inizio di quest’anno, il CEO di SkyBridge Capital, Anthony Scaramucci, ha esortato gli investitori a ignorare i commenti violenti di Warren Buffett sulle criptovalute. Ha affermato che “Oracle of Omaha” e altri critici come Jamie Dimon non avevano fatto i loro “compiti” per capire i meriti del settore:

“Questo tipo di finanza tradizionale, le persone hanno deciso di non fare i compiti, o forse hanno fatto i compiti, e hanno deciso che è un cambiamento troppo grande per loro in questa fase della loro carriera”

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!