Charged Particles crede fortemente negli NFT, esploriamo il protocollo basato su Polygon che offre NFT programmabili e componibili

Meno di un anno dopo il suo lancio in rete principale, il protocollo NFT Charged Particles è sulla buona strada per controllare ogni elemento della sua roadmap piuttosto ambiziosa. Creato per consentire alle persone di “fare di più con i loro NFT“, il protocollo ha già iniziato a spingere i confini di ciò che un NFT può fare.

Sebbene non sia un concetto nuovo per coloro che hanno investito nel settore delle criptovalute, gli NFT hanno iniziato a guadagnare terreno solo di recente nei media mainstream. Con la notizia di JPEG pixelati venduti per decine di milioni di dollari, il pubblico ha costruito un’idea piuttosto unidimensionale di cosa siano gli NFT.

Charged Particles, d’altra parte, sono tutt’altro che unidimensionali. Fondata da due veterani del settore, Ben Lakhoff e Rob Secord, offre NFT davvero unici e completamente programmabili. Mentre al suo interno sono ancora token ERC-721 standard non detentivi, gli NFT emessi tramite Charged Particles offrono molto più di una semplice prova di proprietà: possono rappresentare un bask di altri token holding con impostazioni completamente configurabili.

I suoi fondatori affermano che la loro funzionalità è molto simile a un fondo indicizzato tradizionale, che contiene centinaia di azioni, obbligazioni e altri prodotti. Nel caso di Charged Particles, tutti questi prodotti sono bloccati in un token ERC-721 che gli utenti possono possedere, scambiare e raccogliere.

Twitter Crypto-Blog.IT

Gli NFT dovrebbero contenere più di semplici JPEG

In un’intervista, i fondatori dell’azienda hanno affermato che mentre cercavano di offrire modi ponderati per utilizzare lo standard token, sono stati colti alla sprovvista dalle innovazioni proposte dalla comunità Charged Particles. Man mano che il protocollo si sviluppava, continuavano a spuntare più casi d’uso e meccanismi che cambiavano la forma dei prodotti offerti.

“La community continua a sorprenderci con modi nuovi ingegnosi di sfruttare questa funzionalità di nidificazione per aggiungere livelli di valore e creare del tutto nuove classi di attività. Penso che le persone stiano davvero iniziando a vedere che gli NFT sono molto più che semplici jpeg, arte visiva e oggetti da collezione, ma sono davvero una qualità fondamentale del futuro digitale”

Ha affermato Ben Lakoff, co-fondatore e business lead dell’azienda. Ha continuato spiegando che gli NFT aggiungono uno strato di realismo a vari oggetti digitali. La componibilità degli oggetti reali è una funzionalità fondamentale che tendiamo a dare per scontata nel mondo fisico, ed è certamente qualcosa che manca alla nostra crescente presenza digitale, ha osservato.

Questa premessa di base è ciò che ha attratto un’enorme base di utenti su Charged Particles. Dal suo lancio netto principale nel febbraio di quest’anno, il protocollo ha facilitato oltre $ 3 milioni di vendite NFT sulla sua Art dApp. Per espandere ulteriormente i casi d’uso del protocollo, Charged Particles ha lanciato un token di governance proprietario, $IONX. Ha inoltre superato l’audit sui contratti intelligenti del Gruppo Arcadia, garantendo un funzionamento regolare e una solida sicurezza.

A parte il suo team di sviluppo esperto e la comunità affiatata, un fattore che ha contribuito in modo significativo al successo di Charged Particles è Polygon. La soluzione di ridimensionamento Ethereum che si è rapidamente posizionata come piattaforma di riferimento per i protocolli NFT grazie alle sue tariffe basse e alla sua scalabilità. A giugno, Charged Particles si è unita a una lunga serie di protocolli che cercano di sfruttare questa infrastruttura e offrire ai propri utenti l’esperienza più fluida possibile.

“Tutte le azioni straordinarie e innovative sulle particelle cariche richiedono un po’ di gas per essere completate. Su Layer-1 Ethereum, questo può essere piuttosto costoso, il che è un peccato se stai cercando di creare qualcosa a basso costo. Polygon consente ai creatori di accedere ai poteri delle particelle cariche senza preoccuparsi dei costi di transazione”

Questo approccio ha portato a un’ampia varietà di casi d’uso per il protocollo.

C’è un flusso infinito di entusiasmo e interessanti progetti che cambiano il settore con cui possiamo costruire e lavorare, hanno affermato i fondatori. Abbiamo visto l’artista Dina Brodsky utilizzare Charged Particles per creare un pezzo di mosaico con altri 1.000 artisti per raccogliere fondi per salvare la vita di un bambino con atrofia muscolare spinale (SMA). Abbiamo visto leggende dello sport come il portiere italiano Gigi Buffon e il combattente UFC Michael Chisea creare NFT nidificati unici con USDC e WBTC fruttiferi all’interno.

Uno dei casi d’uso più interessanti è venuto da Bars and Melody. Il prolifico duo R&B ha utilizzato il protocollo per emettere un’intera collezione generativa. Gli NFT musicali erano composti da token di utilità bruciabili, che offrivano agli utenti l’accesso a cose come biglietti gratuiti per un concerto e la presenza del loro nome in una canzone.

“Questi token di utilità bruciabili annidati all’interno degli NFT proteggono il mercato del trading secondario in modo affidabile. Quando qualcuno va ad acquistare l’NFT, può vedere se il token bruciabile all’interno è stato rivendicato o esiste ancora”

I fondatori sono orgogliosi di aver creato un ambiente che ha permesso a varie comunità, progetti e sottoinsiemi di quelle comunità di crescere e lavorare insieme. Decine di membri attivi della comunità hanno lavorato a fianco dei consulenti Charged Particles e del suo team di tredici persone. E altre centinaia si uniscono ogni giorno.

“Man mano che sempre più persone iniziano a comprendere l’ampiezza dei casi d’uso consentiti da questa tecnologia, stiamo vedendo sempre più persone costruire i propri progetti che utilizzano il protocollo Charged Particles come elemento fondamentale”

Per supportare la crescita in arrivo, il team spingerà Charged Particles V2 nelle ultime settimane dell’anno. Questo imposterà il tono per il 2022, quando la società prevede di lanciare l’estrazione di liquidità NFT utilizzando Lepton e un API/SDK pubblico che consentirà di utilizzare Charged Particles in una varietà di diverse dApp.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!