Cosmos mira a creare ciò che descrivono come “Internet of Blockchain”, una rete di blockchain in grado di comunicare tra loro in modo decentralizzato.

Come funziona Cosmos?

Cosmos è una rete composta da molte blockchain indipendenti, che utilizzano algoritmi di consenso bizantini a tolleranza di errore (BFT). Cosmos consente agli sviluppatori di creare blockchain senza autorizzazione e con autorizzazione. La rete è stata lanciata con il rilascio della sua prima blockchain, Cosmos Hub, nel 2019.

Nel 2017, la Interchain Foundation, un’organizzazione no profit svizzera che finanzia progetti blockchain open source, ha stipulato un contratto a scopo di lucro con Tendermint, Inc. (che utilizza anche il nome All Bits, Inc.) per sviluppare e lanciare il software Cosmos. Tendermint è stata fondata nel 2014 da Jae Kwon, che ha sviluppato il proprio meccanismo di consenso bizantino fault tolerant (BFT) all’inizio di quell’anno e ha avviato la società per sviluppare opportunità di business legate all’algoritmo.

Kwon è anche coautore del white paper Cosmos e Tendermint ha raccolto $ 9 milioni per continuare lo sviluppo del progetto attraverso un round di finanziamento di serie A nel marzo 2019.

Visione

Cosmos è una rete composta da molte blockchain indipendenti che utilizzano meccanismi di consenso bizantini a tolleranza di errore, tra cui Tendermint BFT. Ogni singola blockchain mantiene il controllo della propria governance, ma è interoperabile con altre blockchain nella rete. Le blockchain che non utilizzano algoritmi BFT possono essere collegate alla rete Cosmos tramite blockchain “adattatori”. Cosmos non è stato progettato per un caso d’uso particolare, ma per essere adattabile a molti casi d’uso diversi.

Cosmos ha due tipi di blockchain: zone e hub. Le zone sono blockchain regolari, mentre gli hub sono blockchain che collegano le zone tra loro. Il Cosmos Hub è stato il primo blockchain (e hub) ad essere lanciato nell’ecosistema Cosmos. È una blockchain pubblica, proof-of-stake (PoS) la cui risorsa nativa è l’atomo (ATOM).

Lancio ed emissione

Sebbene Atom sia il token di staking nativo del Cosmos Hub, non è l’unica risorsa dell’Hub o dell’intera rete. Il Cosmos Hub è una blockchain “multi-asset” e altre blockchain nella rete possono avere le proprie risorse native. Gli atomi consentono agli utenti della rete di votare, pagare le commissioni di transazione, convalidare le transazioni o delegare la convalida delle transazioni ad altri utenti. Gli atomi vengono anche distribuiti ai validatori delle transazioni e ai delegati come ricompensa. Non vi è alcun limite alla fornitura totale di atomi.

La Fondazione Interchain ha condotto un’offerta iniziale di monete (ICO) che, in due settimane del token atomico nel 2017 e ha raccolto oltre $ 16 milioni. Prima della vendita, la fondazione ha ricevuto impegni per contributi individuali da “donatori iniziali” che ammontavano al 5% del suo obiettivo di finanziamento. Ha inoltre ricevuto impegni di “prefinanziamento” da individui e impegni da partnership strategiche per un importo pari a $ 1.329.472.

Dopo l’ICO, un terzo del numero totale di atomi distribuiti attraverso la vendita è stato gonfiato e distribuito alla Fondazione Interchain, All in Bits, Inc. (nota anche come Tendermint), ai donatori iniziali, ai donatori pre-ICO e ai donatori ICO. La Interchain Foundation e All in Bits hanno ricevuto entrambe il 10% dei token durante l’estrazione del blocco genesis. I donatori iniziali hanno ricevuto il 5% e i donatori pre-ICO e i donatori ICO hanno ricevuto il 75% collettivamente.

Progettazione e sicurezza della rete

Cosmos sottolinea l’importanza dell’interoperabilità, la capacità delle blockchain di scambiare dati tra loro. Il design del sistema incorpora tre livelli:

  1. Tendermint: un algoritmo di consenso bizantino fault tolerant (BFT) compatibile con qualsiasi linguaggio di programmazione
  2. Cosmos SDK: uno strumento per semplificare la creazione di applicazioni
  3. IBC: il protocollo di comunicazione inter-blockchain come base per lo scambio tra ciascuna zona. Un SDK è un kit di sviluppo software e la struttura del kit è suddivisa in moduli fissi standardizzati, o pacchetti.

Il Cosmos Hub è stata la “prima” zona ad essere lanciata e ospita un token di staking nativo, atom. Gli atomi consentono agli utenti della rete di votare, pagare le commissioni di transazione, convalidare le transazioni o delegare la convalida delle transazioni ad altri utenti. Gli atomi vengono anche distribuiti ai validatori delle transazioni e ai delegati come ricompensa. Il Cosmos Hub incorpora anche altre risorse digitali e collega le zone all’interno della rete.

I token possono essere scambiati tra le zone senza la necessità di liquidità tra di loro perché tutti i trasferimenti di token vengono instradati attraverso Cosmos Hub. Il Cosmos Hub tiene traccia della quantità di gettoni trattenuti in ciascuna zona e ha anche lo scopo di isolare le zone da altre zone difettose.

Politica monetaria

Non vi è alcun limite alla fornitura totale di atomi. I premi di blocco vengono assegnati a validatori e deleganti per lo staking di atomi, la convalida delle transazioni o per delegare la convalida della transazione ad altri utenti.

La quantità di token creati con ogni blocco è dinamica a seconda della velocità di puntata nella rete Cosmos. Il tasso di puntata target è del 66% di tutti i token. L’inflazione oscillerà tra un limite superiore del 20% e un limite inferiore del 7%.

Se il tasso di puntata è inferiore all’obiettivo, l’inflazione aumenterà fino al limite superiore del 20% e verranno distribuiti più gettoni come ricompensa. Il tasso di inflazione target è iniziato al 7% e ricalcola ogni blocco.

Transazione in corso

La prima blockchain, o zona, il Cosmos Hub, è alimentata dall’algoritmo di consenso Tendermint BFT, che è anche un algoritmo proof-of-stake. Tendermint richiede che i validatori utilizzino firme crittografiche per eseguire il commit dei blocchi, assumendosi così la proprietà della loro convalida. I non validatori delegano i propri token di staking a qualsiasi validatore per guadagnare una parte dei premi e delle commissioni del blocco.

All’interno del Cosmos Hub, chiunque può mettere in stake i propri atomi e delegare la propria posta a un validatore, ma un validatore deve disporre di hardware che esegua un software specifico per convalidare i blocchi. Al di fuori del Cosmos Hub, le altre blockchain individuali potrebbero avere i propri modelli di governance.

Per spostare una transazione da una blockchain a un’altra, viene pubblicata una prova sulla catena ricevente. Il protocollo IBC lo definisce come IBCBlockCommitTx. La prova, osservabile da chiunque, afferma che la catena di invio ha pubblicato un pacchetto per la presunta destinazione. Quindi IBCPacketTx consente alla blockchain di dimostrare in modo verificabile a chiunque che il pacchetto di dati (transazione) è stato pubblicato dal mittente tramite la prova. Queste transazioni IBC, transazioni tra “zone”, vengono eseguite tramite Cosmos Hub e devono essere convalidate su entrambe le catene.