Dash, precedentemente chiamato darkcoin, è una criptovaluta progettata specificamente per i pagamenti. Ha anche una struttura di rete a due livelli. Dash è particolarmente noto per la prima implementazione di Masternodes.

Come funziona Dash ?

Dash è stato costruito nel 2014 dallo sviluppatore e creatore Evan Duffield. Duffield ha biforcato la blockchain di Bitcoin con l’intenzione di fornire funzionalità aggiuntive, come commissioni di transazione inferiori.

Il protocollo ha due livelli, il primo è simile a Bitcoin e utilizza un meccanismo di consenso proof-of-work. Il secondo livello utilizza un meccanismo di consenso proof-of-service (PoSe), un tipo di sistema di punteggio utilizzato per determinare se gli operatori dei nodi forniscono servizi in buona fede.

I minatori alimentano il primo livello della rete, consentendo l’invio e la ricezione di base di criptovaluta e prevenendo la doppia spesa e i masternode alimentano il secondo livello, che fornisce le funzionalità aggiuntive. Questi nodi memorizzano una copia completa del libro mastro, rifiutano i blocchi formati in modo improprio dai minatori, facilitano le transazioni PrivateSend e InstantSend e partecipano a proposte di governance e finanziamento. Per utilizzare un masternode, 1.000 Dash devono essere collerratizzati dal proprietario.

Questi fondi sono ancora mobili, ma se spesi, il masternode associato andrà offline e smetterà di ricevere i premi delle criptovalute appena generate.

I masternodes non vengono estratti e i computer di mining non possono fungere da masternode. Ogni premio di blocco viene pagato per il 45% ai masternodes, per il 45% ai miners e per il 10% al budget che paga per le modifiche alle proposte approvate.

A partire dal quarto trimestre 2018, dash è stato supportato da oltre 4.800 commercianti, è disponibile su oltre 90 borse e afferma di regolare oltre 9.300 transazioni al giorno.

Lancio ed emissione

La criptovaluta DASH non è stata assegnata o venduta prima del rilascio del software e non è iniziata con un ICO.

Dash è un fork di Bitcoin ed è stato estratto per la prima volta il 18 gennaio 2014. L’offerta di monete di Dash ha un limite superiore di 18,92 milioni e un limite inferiore di 17,17 milioni. L’importo creato dipende dal processo decisionale dei proprietari di masternode, indipendentemente dal fatto che votino a favore o contro le proposte di budget e le modifiche alla governance.

L’emissione dei token di nuova creazione è suddivisa tra minatori PoW, masternode PoSe e pagamenti di bilancio. La ricompensa del blocco viene suddivisa di conseguenza: 45% ricevuto dai minatori, 45% dai masternodes e 10% dal budget di sviluppo.

Modello di progettazione e sicurezza della rete

Ogni masternode è necessario per collateralizzare 1.000 Dash, il che aumenta esponenzialmente la difficoltà di attaccare con successo la rete con ogni masternode aggiuntivo, inserito alla rete.

Ad esempio, se la rete Dash ha 4.800 masternode, per controllare il 50% della rete masternode, si dovrebbero acquistare 4,8 milioni di Dash dal mercato aperto. Questo sarebbe un compito estremamente difficile perché il prezzo del token aumenterebbe in modo significativo durante il processo di acquisto.

La rete di masternodes serve per eseguire attività sensibili in modo affidabile, in cui nessuna singola entità controlla il risultato: un compito difficile che affermano viene risolto tramite l’implementazione di un quorum affidabile. Questo è il modo in cui la funzione InstantSend è in grado di eseguire transazioni in pochi secondi. Selezionando N pseudo masternode casuali dal pool totale per eseguire la stessa operazione, questi nodi possono agire come un oracolo, senza che l’intera rete sia incaricata del lavoro.

Per ridurre la possibilità che i malintenzionati non forniscano il livello di servizio richiesto al resto della rete, i nodi devono eseguire il ping della rete per assicurarsi che rimangano attivi. Nel modello di consenso proof-of-service, tutto il lavoro svolto per controllare la rete per dimostrare che i nodi sono attivi viene svolto dalla rete masternode stessa.

Questo viene fatto selezionando 2 quorum per blocco; Il Quorum A verifica il servizio del Quorum B in ogni blocco. Il quorum A è rappresentato dai nodi più vicini al blocco hash corrente, l’alternativa al quorum B è il più lontano. Ogni masternode che fa parte del Quorum A, controlla il lavoro di un nodo di controparte, che fa parte del Quorum B. Circa l’1% della rete verrà analizzato con ogni blocco, con il risultato che l’intera rete viene controllata circa sei volte al giorno.

Per mantenere questo sistema senza fiducia, i nodi vengono selezionati in modo casuale tramite il sistema Quorum e per disattivare un nodo il protocollo richiede un minimo di 6 violazioni.

Politica monetaria

A partire dal 2018, la ricompensa del blocco era di circa 3,34 Dash, quindi il masternode selezionato ha ricevuto 1,67 Dash per blocco o circa 6 Dash al mese.

La ricompensa del blocco diminuisce del 7,14% ogni 210.240 blocchi (circa ogni 383,25 giorni). Analogamente al Bitcoin, Dash si gonfia a una velocità decrescente fino a quando non viene creata la fornitura massima di Dash. Con questo programma di emissione, dopo l’anno 2209 verranno creati solo altri 14 Dash. L’ultimo Dash richiederà 231 anni per essere generato, a partire dal 2246 e terminerà quando l’emissione si fermerà completamente nel 2477.

Le proposte per lo sviluppo del finanziamento iniziano generalmente sul forum Dash, dove vengono richiesti feedback e suggerimenti dalla comunità. Il voto dei Masternodes (sì, no, astenersi) possono essere emessi in un periodo progressivo fino a quando non viene “trovato” un verdetto. Se approvato (10% “sì”), i budget vengono pagati direttamente dalla blockchain agli appaltatori in via di sviluppo per ogni superblocco.

Un superblocco paga la proposta di finanziamento; vengono emessi mensilmente e hanno una ricompensa con un valore assoluto superiore al valore fornito dalla ricompensa del blocco del 10% accantonata per i pagamenti di bilancio. Come descritto precedentemente, la ricompensa del blocco è suddivisa per il 45% in masternode, il 45% per i minatori e il 10% per i pagamenti di bilancio in attesa dell’approvazione del masternode tramite voto. Il budget del 10% non è incluso in ogni blocco, ma piuttosto incorporato (o meno) in un superblocco creato all’incirca ogni mese.

Transazione in corso

Due tipi di transazioni possono essere eseguite con Dash: InstantSends e PrivateSends.

In un PrivateSend, Dash utilizza una versione estesa di CoinJoin, un’implementazione Bitcoin esistente che unisce le transazioni. CoinJoins riunisce le transazioni degli utenti per nascondere l’importo inviato da ciascun utente, ma per de-anonimizzare è sufficiente aggiungere i valori a “destra” ai totali delle transazioni inviate a “sinistra”. Oltre a CoinJoin, Dash rivendica una serie di miglioramenti come un maggiore anonimato attraverso transazioni di dimensioni distinte, un approccio concatenato e un mix passivo in anticipo.

La miscelazione passiva anticipata è un mezzo per la fungibilità. Per garantire che tutte le unità della valuta rimangano uguali, la miscelazione è considerata un modo per dissociare la cronologia di scambio di una valuta ricevuta in modo specifico. Ciò viene fatto senza compromettere la capacità di agire come revisore per confermare l’integrità del registro pubblico.

Ogni sessione di PrivateSend può essere pensata come un evento indipendente. Una transazione può essere formata da più parti (almeno tre) e intestata a più parti per unire fondi che non possono essere disgiunti in seguito. Tuttavia, ogni sessione è limitata a tre client, quindi un osservatore ha 1 possibilità su 3 di poter seguire una transazione. Per aumentare la qualità dell’anonimato fornito, viene utilizzato un approccio di concatenamento, mediante il quale le transazioni vengono inviate attraverso più masternodes, uno dopo l’altro.

Utilizzando i quorum masternode, gli utenti sono in grado di inviare e ricevere transazioni irreversibili istantanee (InstantSends). Una volta formato un quorum, gli input della transazione vengono bloccati per essere spendibili solo in una transazione specifica: un blocco richiede circa quattro secondi per essere impostato sulla rete. L’ID di transazione esatto del blocco deve quindi essere abbinato per eseguire uno scambio, con tutte le altre transazioni in conflitto rifiutate successivamente.

Codice

Dash è scritto principalmente in Python, C, JavaScript, Shell e HTML.