La Dutch Central Bank ha multato l’exchange di cripto Binance di $ 3,35 milioni per aver offerto servizi senza essere registrato nei Paesi Bassi

De Nederlandsche Bank (DNB) ha multato l’exchange di criptovalute Binance di 3,3 milioni di euro (3,35 milioni di dollari) per aver offerto servizi nei Paesi Bassi senza la licenza appropriata. In una dichiarazione rilasciata lunedì, il regolatore ha affermato che le violazioni commesse da Binance sono punibili con una multa di terza categoria, il che significa che la sanzione amministrativa ha un importo base di 2 milioni di euro (2,03 milioni di dollari).

Per Binance, questo importo base è stato, tuttavia, aumentato, con DNB che ha citato diverse ragioni per tale decisione. Uno dei motivi, secondo DNB, è che Binance non è solo il più grande fornitore di servizi crittografici al mondo, ma ha anche un numero molto elevato di clienti nel paese.

“Inoltre, Binance ha goduto di un vantaggio competitivo perché non ha pagato alcun prelievo a DNB e non ha sostenuto altri costi relativi alla supervisione in corso da parte di DNB”

La Banca centrale olandese ha richiesto che i fornitori di servizi di asset virtuali (VASP) siano registrati ai sensi della legge sul riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo dal 21 maggio 2020.

Il regolatore ha affermato che Binance ha violato le regole di registrazione dal 21 maggio 2020 almeno fino al 1° dicembre 2021, quando DNB ha completato le indagini sulla questione. Secondo DNB, questo è un altro motivo importante per l’aumento della sanzione in quanto considera queste violazioni molto gravi.

Twitter Crypto-Blog.IT

Binance si oppone alla multa

DNB ha avvertito Binance di operare nei Paesi Bassi senza la registrazione legale richiesta nell’agosto 2021, affermando che la violazione della legislazione potrebbe aumentare il rischio che i clienti vengano coinvolti nel riciclaggio di denaro o nel finanziamento del terrorismo.

Nella dichiarazione di oggi, il regolatore, tuttavia, ha affermato di aver moderato la sanzione del 5%, in parte perché Binance ha già presentato una domanda di registrazione, che è attualmente in fase di valutazione – e perché lo scambio è stato relativamente trasparente sulle sue operazioni durante il processo.

DNB ha aggiunto che la sanzione è stata inflitta il 25 aprile, con Binance che si è opposta il 2 giugno. Oltre alle notizie di oggi, l’exchange di criptovalute ha fatto progressi costanti in Europa. La scorsa settimana, Binance ha annunciato che la sua controllata spagnola, Moon Tech Spain, è stata registrata presso la Banca di Spagna come VASP.

Nel maggio di quest’anno, sia la Francia che l’Italia hanno anche concesso in licenza lo scambio di criptovalute come fornitore ufficiale di risorse digitali.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!