ENS, Ethereum Name Service, in collaborazione con Chainlink, sta compiendo i primi passi verso l’adozione del supporto Ethereum Layer-2

Ethereum Name Service (ENS) sta compiendo i primi passi verso l’adozione del supporto Ethereum Layer-2. Con il supporto Layer-2, gli utenti con nomi di dominio .eth, o i nuovi utenti che desiderano registrare un nome di dominio .eth, potranno effettuare transazioni pagando meno per le tariffe del gas e con tempi di regolamento più brevi.

Sebbene la registrazione di un nome di dominio .eth di per sé sia abbastanza conveniente per la maggior parte delle persone, le commissioni del gas di Ethereum per eseguire la transazione coinvolta tendono a non esserlo.

Annunciato da Nick Johnson, Lead Developer presso ENS, in un thread di tweet, ENS ha la prima versione di un’implementazione della risoluzione off-chain di ENS, basata su ENS Improvement Proposal ENSIP 10 e Ethereum Improvement Proposal EIP 3668, pronta per essere testata dagli sviluppatori.

Sono lieto di annunciare il rilascio della prima versione del toolkit di @ensdomains per supportare la risoluzione offchain dei nomi ENS.https://t.co/SH2b7sZ6oH

Starter kit per gli sviluppatori per iniziare a creare supporto

Questo è il primo passo nei piani di ENS per il supporto della risoluzione Layer-2 e off-chain. Consentirà ai fornitori di portafogli e ad altri di emettere, creare o aggiornare i sottodomini ENS per i propri utenti senza alcuna commissione di transazione.

Secondo l’annuncio sul forum di discussione ENS, il cosiddetto risolutore off-chain 93 è uno starter kit per la costruzione di infrastrutture per risolvere i nomi ENS utilizzando servizi esterni.

“Questa implementazione utilizza per impostazione predefinita un back-end che carica i nomi da un file flat JSON, ma il back-end è facilmente collegabile e può essere sostituito con record di origine da qualsiasi database secondo necessità”

Secondo Nick Johnson, questo è un primo passo importante per implementare ENS su Layer-2. Una volta che il supporto per la risoluzione sarà disponibile in ENS, consentirà ai fornitori di portafogli e ad altri sviluppatori di fornire sottodomini ai propri utenti a costi bassi o nulli, archiviando i record fuori catena e basandosi sui messaggi firmati utilizzando una chiave affidabile per la verifica.

Memorizzazione dei nomi ENS su Optimism e Arbitrum

Il prossimo passo da qui sarà rendere tutto questo pronto per la produzione e iniziare a sviluppare implementazioni di gateway e resolver che supportino altri metodi di verifica, in particolare la verifica delle prove dalle reti di livello 2, che consentirà di memorizzare i nomi ENS su L2 come Optimism e Arbitrum possibile senza ulteriori ipotesi di fiducia. Ciò consentirà ai singoli utenti di migrare i propri nomi su L2.

Con il nuovo toolkit, gli sviluppatori possono iniziare a costruire un’infrastruttura che consenta l’hosting di domini e sottodomini off-chain, eliminando le tariffe del gas per gli aggiornamenti dei record e la creazione di sottodomini.

“Questi nomi si risolveranno senza problemi nelle librerie web3 che supportano il nuovo standard di risoluzione di ENS; il supporto in Ethers arriverà presto e stiamo lavorando su richieste pull per altre popolari librerie web3″

Prossimi passi in collaborazione con Chainlink

I prossimi passi per ENS nel percorso verso il pieno supporto Layer-2 prevedono la collaborazione con il servizio Oracle Chainlink per creare supporto per reti Layer-2 specifiche, come roll-up ottimistici. Con questo supporto in atto, sarà possibile per i singoli utenti spostare i propri domini ENS nella rete L2 di loro scelta.

“Questi nuovi gateway L2 utilizzeranno lo stesso protocollo del sistema che stiamo rilasciando oggi, quindi un portafoglio aggiornato per utilizzare ENS-on-L2 ora sarà in grado di risolvere automaticamente i nomi archiviati su L2 come Optimism senza alcuna modifica richiesta”

I nomi di dominio ENS, come cryptoslate.eth, mappano l’ingombrante Ethereum, Bitcoin e altri indirizzi a nomi leggibili dall’uomo e viceversa (record inversi). I nomi di dominio ENS sono NFT ed in quanto tali, consentono vari attributi come gli handle di Twitter, gli indirizzi e-mail e le immagini del profilo. Ci sono circa mezzo milione di nomi .eth registrati fino a questa data.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!