Ethereum e Bitcoin: I grafici degli exchange per Bitcoin ed Ethereum mostrano un’attività contrastante, indicando un sentimento rialzista nei confronti di BTC rispetto a ETH

L’analisi dei flussi dei exchange di Bitcoin ed Ethereum ha rivelato un’attività opposta per i primi due token, con il leader di mercato che ha stabilito un chiaro dominio in termini di detenzione a lungo termine.

I flussi di scambio sono il numero di token depositati o prelevati da o verso un portafoglio exchange. Una metrica popolare sulla catena per valutare questo è il cambio di posizione netta in borsa. Gli afflussi di borsa sono generalmente considerati ribassisti, poiché il motivo principale per spostare i token in una borsa è vendere il token. Al contrario, i deflussi di borsa sono generalmente considerati rialzisti, poiché il ritiro dei token è solitamente allo scopo di mantenerli a lungo termine.

L’esame del flusso di token in entrata e in uscita dagli scambi consente di determinare il sentimento ribassista o rialzista degli investitori.

Cambio di posizione netta per bitcoin

A seguito del forte calo dei prezzi dovuto allo scandalo Terra e alla successiva riduzione della leva finanziaria a livello di settore, Bitcoin ha toccato il minimo il 18 giugno a $ 17.600. Il grafico seguente mostra deflussi coerenti di BTC in borsa dal minimo, con deflussi giornalieri che superano in media oltre $ 1 miliardo al giorno.

Nell’ultima settimana, il tasso di deflusso del cambio è aumentato in modo significativo, nonostante Bitcoin sia sceso fino a $ 20.800 il 19 agosto. Ciò suggerisce che gli investitori vedono valore nell’attuale fascia di prezzo.

Deflussi BTC Exchange

L’exchange FTX ha rappresentato oltre la metà dei deflussi totali nell’ultima settimana. Non ci sono ragioni fondamentali evidenti per questo evento. Tuttavia, il 20 agosto, “documenti trapelati” hanno rivelato che FTX ha aumentato le sue entrate di oltre il 1.000%, da $ 90 milioni nel 2020 a $ 1 miliardo nel 2021.

FTX Deflussi BTC

Un’ulteriore analisi delle riserve di BTC di FTX mostra un calo significativo delle partecipazioni. A marzo, la società deteneva oltre 120.000 BTC. Ma ora, a metà del terzo trimestre, questo è sceso a soli 13.000 token, con il periodo di giugno che ha mostrato il calo più netto, portando a un progressivo calo di BTC trattenuto.

BTC su FTX

Twitter Crypto-Blog.IT

Cambio posizione netta di Ethereum sugli Exchange

Al contrario, il cambio di posizione netta di Ethereum mostra che, nonostante i massicci deflussi da metà marzo in poi, la quantità di token in uscita dagli scambi è tornata vicino allo zero netto.

Questo sviluppo è un segno negativo, soprattutto con l’avvicinarsi del Merge. Suggerisce agli investitori di pensare che il passaggio a Proof-of-Stake (PoS) sia un evento “buy the rumors and sell the news”.

Deflussi Exchage ETH

L’attività contrastante tra Bitcoin ed Ethereum può indicare che gli investitori vedono BTC, e non ETH, come il gioco a lungo termine contro gli sviluppi macro, come l’inflazione o l’escalation delle tensioni geopolitiche.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!