Ethereum e PoS: L’analisi on-chain mostra che Ethereum sta cercando di compensare la centralizzazione con una maggiore stabilità della rete dopo il Merge

Con il Merge finalmente completato, Ethereum è ora in esecuzione come rete Proof-of-Stake (PoS).

Tuttavia, la sua transizione da un sistema Proof-of-Work (PoW) è stata molto controversa. I sostenitori del mining PoW temevano che lo staking centralizzasse la rete e ne minacciasse l’indipendenza. Coloro che lottano per una rete PoS hanno propagandato la scalabilità e la precisione che deriverebbero dal nuovo sistema.

L’analisi della blockchain ci fornisce una visione chiara di tutti i pro e i contro della fusione. Osservando la blockchain di Ethereum si vede quando è avvenuta la transizione da PoW a PoS, con difficoltà di mining di ETH e hash rate scesi a zero.

ETH Hash Rate e Diff

I problemi di centralizzazione di cui gli oppositori PoS hanno messo in guardia sono evidenti sulla catena.

L’importo totale di ETH trasferito al contratto di deposito ETH2 tramite fornitori di staking è attualmente di circa 13,8 milioni di ETH. Circa il 70% di tale importo, o circa 10 milioni di ETH, è concentrato con solo quattro fornitori di servizi di staking: Lido, Coinbase, Kraken e Binance.

ETH 2.0 Provider

Tuttavia, il numero di validatori attivi sulla rete ha raggiunto il suo massimo storico. Un numero maggiore di validatori indipendenti aumenta drasticamente il decentramento della rete e offre un’alternativa più positiva alla centralizzazione vista tra i fornitori di staking.

Twitter Crypto-Blog.IT

I validatori attivi sono definiti come validatori che hanno completato l’attivazione, non sono allineati in una coda di uscita e hanno saldi effettivi superiori a 32 ETH. Attualmente ci sono oltre 430.000 validatori attivi, con un numero in aumento significativo da quando l’unione è stata annunciata nel gennaio 2021.

ETH 2.0 Active Validators

Un altro vantaggio tangibile portato da PoS su Ethereum è la scalabilità.

I tempi di blocco deterministici appena implementati hanno portato un aumento del 15% dello spazio di blocco al giorno. Il passaggio da PoW a PoS ha ridotto i tempi di blocco da 13,5 secondi a 12 secondi, creando un consenso sullo staking di precisione. Immediatamente dopo l’unione, il tempo mediano dell’intervallo di blocco e il tempo medio programmato sono scesi a 12 secondi.

Blocchi Ethereum

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!