FTX non vuole acquisire Robinhood: SBF ha accennato a potenziali partnership in futuro, negando però conversazioni attive per l’acquisizione

Il CEO dell’exchange di criptovalute, Sam Bankman-Fried, ha confutato le voci su un simile accordo. Secondo l’ultimo rapporto, SBF si è detto entusiasta delle prospettive commerciali e della collaborazione di Robinhood in futuro, ma ha chiarito che FTX non stava esplorando le opportunità per acquisire la società di servizi finanziari.

Sono sempre stato colpito dal business che Vlad e il suo team hanno costruito. Detto questo, non ci sono conversazioni attive di M&A con Robinhood.

Rapporti precedenti suggerivano che FTX fosse in procinto di avere deliberazioni interne su come acquistare l’app di intermediazione ma non ha ancora fatto un’offerta. Robinhood ha una struttura di azionisti a doppia classe, il che significa che i fondatori dell’azienda hanno più potere. Ciò rende impossibile un potenziale caso di acquisizione senza la loro approvazione.

Il CEO Vlad Tenev e il CCO Baiju Bhatt possiedono entrambi circa l’8% di Robinhood e controllano il 64% del potere di voto della società.

Il mese scorso, un deposito presso la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha rivelato che SBF aveva acquistato una partecipazione del 7,6% in Robinhood. Il miliardario ha detto in quel momento che considera Robinhood un “investimento interessante”, ma non ha intenzione di cambiare o influenzare la piattaforma di trading.

Twitter Crypto-Blog.IT

Nonostante offra solo poche risorse digitali sulla sua piattaforma, la crescita dei ricavi di Robinhood è stata notevolmente influenzata dai proventi commerciali legati alle criptovalute.

Attualmente, sta lavorando per espandere le sue offerte di criptovalute dopo aver immerso per la prima volta i suoi piedi nel settore quasi quattro anni fa. Robinhood ha anche lanciato quest’anno la funzionalità del portafoglio sulla sua piattaforma.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!