L’aggiornamento Grey Glacier ritarderà la Difficulty Bomb, il che significa che gli sviluppatori si aspettano che l’unione di ETH 2.0 avverrà più tardi del previsto

La rete Ethereum dovrebbe subire l’aggiornamento del Grey Glacier a un’altezza del blocco di 15.050.000, che dovrebbe avvenire il prossimo 30 giugno intorno alle 11:00 BST. Durante questo periodo, gli exchange interromperanno temporaneamente gli scambi si Ethereum e alcuni servizi ERC-20 per un breve periodo, inclusi depositi e prelievi.

Cos’è l’aggiornamento Grey Glacier di Ethereum?

L’aggiornamento di Ethereum Grey Glacier è un componente fondamentale per il passaggio a ETH 2.0 Proof-of-Stake (PoS). Si tratta di ritardare la Difficulty Bomb per altri 700.000 blocchi, il che significa che non “esploderà” fino a circa ottobre 2022.

“L’aggiornamento della rete del Grey Glacier cambia i parametri della bomba dell’era glaciale/difficoltà, spingendola indietro di 700.000 blocchi, o circa 100 giorni”

Gli operatori di nodi e i minatori dovranno eseguire l’aggiornamento all’ultimo elenco di client. Il mancato aggiornamento significherà rimanere bloccati sulla vecchia catena di pre-fork che non supporterà le operazioni sulla rete appena aggiornata.

Twitter Crypto-Blog.IT

La Difficulty Bomb

La Difficulty Bomb aumenta la difficoltà di estrazione in modo esponenziale nel tempo fino al momento in cui si verifica “l’era glaciale”. La rete diventerà così difficile da estrarre a questo punto che smetterà di produrre blocchi.

“La “Difficulty Bomb” di Ethereum si riferisce a un meccanismo che, a un numero di blocco predefinito, aumenta il livello di difficoltà degli enigmi nell’algoritmo di mining Proof of Work, risultando in tempi di blocco più lunghi del normale (e quindi meno ricompense ETH per i minatori)”

Il suo scopo è costringere i minatori a interrompere gradualmente il mining della catena Ethereum 1.0 Proof-of-Work (PoW) mentre la rete passa al PoS aggiornato. Questo processo deve essere coordinato con l’implementazione della mainnet Merge, in cui le catene PoW e PoS si fonderanno per diventare un’unica catena.

Ritardare la Difficulty Bomb significa che gli sviluppatori non sono pronti per la fusione e devono posticipare il piano in avanti. In caso contrario, la rete diventerà inutilizzabile prima che ETH 2.0 sia pronto. Gli sviluppatori avevano precedentemente ritardato la Difficulty Bomb a dicembre 2021.

I continui ritardi a ETH 2.0, in generale, hanno avuto il loro pedaggio. Un utente di Twitter ha commentato che i titolari sono arrabbiati e frustrati per le continue battute d’arresto.

“La maggior parte di ciò che vedo sotto i commenti è rabbia, lamentele e abusi, il che mostra la profonda anticipazione e l’odio del mercato per la fusione di ETH, rinviata ancora e ancora”

Bisogna tenere presente che la blockchain è una tecnologia appena arrivata, è normale travre intoppi durante la fasi di sviluppo.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!