Il mondo delle criptovalute è come una religione: Il miliardario australiano Hamish Douglass vede il mercato delle criptovalute come una religione e dichiara che presto crollerà

.

Il co-fondatore di Magellan Financial Group, Hamish Douglass, ha affermato che il mercato delle criptovalute è una delle più grandi delusioni di massa della storia moderna. Secondo lui, l’intera idea dietro le risorse virtuali sembra una religione in cui milioni di persone credono fortemente.

Il crash delle criptovalute è inevitabile

Hamish Douglass – co-fondatore e CEO della società di investimento australiana Magellan Financial Group (MFG)  ha avvertito gli investitori di fare attenzione al mercato delle criptovalute. In una recente intervista, l’ha descritta come una bolla speculativa, che alla fine esploderà:

“Devo dire che le criptovalute sono una delle più grandi irrazionalità della storia”

Il miliardario ha proseguito con i suoi commenti ostili affermando che i fautori degli asset digitali sono principalmente persone inesperte che hanno elevato il proprio credo a un livello religioso:

“Ci sono milioni e milioni di persone che partecipano. Alcune delle persone su cui non hanno mai investito prima e l’unico carrozzone su cui sono mai saliti è il carrozzone delle criptovalute ed è quasi come una religione”

Douglass aveva previsto che il mercato delle criptovalute sarebbe inevitabilmente crollato a zero. Tuttavia, ha notato che non è troppo preoccupato perché la sua azienda non ha un’esposizione e non prevede alcun coinvolgimento futuro. Il dirigente ha affermato di aspettarsi una reazione negativa dalla comunità cripto per i suoi commenti. Tuttavia, voleva mettere in guardia gli investitori e le persone che già si occupano di valute virtuali sui rischi sul campo.

Le criptovalute potrebbero essere una religione ma da un punto di vista diverso

Anche l’importante investitore americano (Mark Cuban) ha paragonato le criptovalute, e più specificamente il bitcoin, a una religione finanziaria. A differenza di Hamish Douglass, però, ha evidenziato i loro vantaggi. Cuban, che una volta ha affermato che le banane sono più facilmente negoziabili dei bitcoin, si è recentemente trasformato in un toro BTC. Per lui, la valuta virtuale principale è facile da scambiare, archiviare e creare. Confrontando oro e bitcoin, il miliardario ritiene che il metallo prezioso sia una “seccatura”, mentre la criptovaluta permette il trasferimento di valore a livello locale e globale.

Per quanto riguarda Ethereum, Cuban ha affermato che i contratti intelligenti basati sulla sua blockchain sono migliori, più economici, più veloci nell’autenticazione/acquisto/vendita/consegna di articoli digitali rispetto alle alternative disponibili.

Fonte: CryptoPotato

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!