Konzum e cryptovalute: Continua l’adozione, Konzum si unisce alle ultime aziende ad accettare le risorse digitali come metodo di pagamento: Newegg e Nothing

Il più grande produttore e rivenditore di generi alimentari nella regione dei Balcani occidentali, Konzum, è diventata la prima catena di vendita al dettaglio in Croazia in cui i clienti possono pagare con Bitcoin e altre risorse digitali. Attualmente, tali transazioni sono disponibili solo nel negozio online, ma l’azienda prevede di introdurre il servizio nei suoi supermercati fisici nel prossimo futuro.

Inoltre, il principale rivenditore online nordamericano incentrato sulla tecnologia, Newegg, ha annunciato che accetterà Shiba Inu (SHIB) come forma di pagamento sulla sua piattaforma durante le vacanze di Natale. Nothing, una società di tecnologia di consumo con sede a Londra, consentirà anche accordi di criptovaluta per il suo nuovo prodotto.

Le crypto invadono la penisola balcanica

Konzum, la più grande catena di supermercati croata con oltre 10.000 dipendenti, ha rivelato che entrerà nel settore delle criptovalute accettando diversi asset digitali come mezzo di pagamento. Questi includono Bitcoin (BTC), Ether (ETH), Bitcoin Cash (BCH), Ripple (XRP), Stellar (XLM), Dai (DAI), EOS (EOS), Tether (USDT) e USD Coin (USDC).

Per consentire tali pagamenti, Konzum ha collaborato con la società fintech domestica Electrocoin e il suo sistema PayCek, noto come il primo processore di pagamento di criptovaluta della Croazia. Data la volatilità della maggior parte dei token digitali, quest’ultimo garantirà all’acquirente un tasso di cambio fisso all’inizio della transazione e fornirà un tempo sufficiente per l’esecuzione corretta.

Uroš Kalinić, membro del consiglio di amministrazione di Konzum per la finanza e l’IT, ha osservato che Konzum monitora costantemente le tendenze globali, suggerendo che l’industria delle criptovalute è una di queste.

Come la più grande catena di vendita al dettaglio in Croazia, che nei suoi quasi 65 anni di storia è un leader continuo nel mercato nazionale in termini di risultati commerciali e risultati tecnologici, siamo orgogliosi di essere leader in un’altra area che si sta rapidamente sviluppando e dettando il futuro

Konzum non è solo la principale catena di supermercati in Croazia, ma anche la più grande nell’area dei Balcani occidentali. Oltre alla sua patria, si estende in altri due paesi: Bosnia ed Erzegovina e Serbia. Il gigante della vendita al dettaglio serve oltre 650.000 clienti ogni giorno nei suoi oltre 700 negozi, poiché l’opzione di criptovaluta sarà disponibile in alcuni di essi nei prossimi mesi.

Newegg e Nothing seguono la tendenza

Un’altra importante azienda di e-commerce che ha recentemente abbracciato ulteriori insediamenti di risorse digitali è Newegg. L’azienda con sede in California, che ha accettato Bitcoin come metodo di pagamento nel 2014, ha ora aggiunto la popolare moneta meme Shiba Inu (SHIB) al suo elenco di risorse digitali supportate. È interessante notare che ha reso ufficiale la notizia visualizzandola su The Reef, il più grande cartellone DOOH del Nord America situato nel centro di Los Angeles.

All’inizio di quest’anno, Newegg è stata una delle prime aziende a livello globale ad accettare il più grande rivale di SHIB: Dogecoin (DOGE). Successivamente, ha aggiunto anche Litecoin (LTC).

Andrew Choi, Direttore del Brand Marketing dell’azienda, ha ammesso che i clienti sono molto interessati alle criptovalute. Dare loro la possibilità di utilizzare bitcoin e monete alternative come metodo di pagamento offre “maggiore flessibilità”.

Successivamente, Nothing, una società tecnologica fondata da Carl Pei (cofondatore di OnePlus), si è tuffata nel carrozzone delle criptovalute accettando pagamenti di risorse digitali per i suoi auricolari wireless Nothing ear (1) black edition. Queste monete sono Bitcoin (BTC), Ether (ETH), USD Coin (USDC) e Dogecoin (DOGE).

L’opzione di pagamento è disponibile nei negozi online di Nothing nei seguenti paesi: Regno Unito, Stati Uniti, Canada, Belgio, Francia, Germania, Grecia, Italia e Giappone.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!