Lo stato di Maharashtra ha emeso un totale di 65.000 nuovi documenti utilizzando la piattaforma blockchain basata su Polygon LegitDoc

Il governo del Maharashtra, uno degli stati più industrializzati dell’India, ha emesso 65.000 certificati di caste digitali basati sulla tecnologia blockchain Polygon.

“Sono entusiasta di annunciare che il governo del Maharashtra (distretto di Gadchiroli) ha stabilito un nuovo precedente globale per l’adozione di Web3, per l’e-governance on-chain”

Ha diciarato Shubham Gupta, assistente collezionista e responsabile del progetto nel governo di Maharashtra, in un post su LinkedIn, aggiungendo:

“Per la prima volta in India, il distretto di Gadchiroli (sottodivisione di Etapalli) rilascerà ai suoi cittadini certificati di casta ancorati su una blockchain aperta senza autorizzazione, verificabili nel giro di

Un certificato di casta, colloquialmente noto anche come certificato comunitario, è un documento legale emesso in conformità con la Costituzione indiana che funge da prova documentale di una persona appartenente a una specifica casta.

I certificati di casta vengono utilizzati per fornire determinati privilegi alle caste programmate e alle tribù programmate per portare l’uguaglianza tra tutti i cittadini. Pertanto, un certificato di casta è obbligatorio per ricevere tali vantaggi per una persona appartenente alla comunità Scheduled Cast o Scheduled Tribe .

Twitter Crypto-Blog.IT

Gupta ha inoltre spiegato che i nuovi certificati sono stati emessi tramite una piattaforma blockchain chiamata LegitDoc, che si basa sulla tecnologia proof-of-stake utilizzata dalla rete Polygon.

Secondo il sito Web di LegitDoc, il sistema consente di emettere e verificare documenti digitali a prova di manomissione ed è “esente da qualsiasi tipo di guasto centrale, errori di sicurezza e vincoli di budget”. Successivamente, tali documenti possono essere verificati apparentemente da qualsiasi parte del mondo “in appena 10 secondi”.

Come riportato da Crypto-Blog.IT, la blockchain Polygon è recentemente diventata anche il principale partner infrastrutturale di Tether per facilitare i pagamenti di stablecoin a Lugano, in Svizzera. All’inizio di marzo, il sindaco della città Michele Foletti ha annunciato che Bitcoin, USDT e il token LVGA Points di Lugano saranno riconosciuti come valute di fatto.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!