Marathon Digital non ha venduto BTC: MD ha estratto 707 BTC durante il secondo trimestre 2022 non vendendone neanche uno!

Marathon Digital Holdings, una delle principali società di mining di bitcoin, ha estratto 707 BTC durante il secondo trimestre del 2022, con un aumento dell’8% anno su anno. Ancora più importante, tuttavia, l’azienda non ha venduto nessuna delle sue scorte di criptovalute e attualmente possiede 10.055 BTC.

Marathon contiunua ad accumulare

L’ultima società di mining di criptovalute ad annunciare i suoi risultati trimestrali è la quotata in borsa Marathon Digital Holdings (simbolo del ticker: MARA). Durante il secondo trimestre del 2022, ha prodotto 707 BTC, un aumento significativo rispetto ai 654 BTC estratti nel secondo trimestre del 2021. Secondo le stime dell’azienda, i livelli di produzione avrebbero potuto essere anche superiori se in quel periodo non si fossero verificati alcuni fattori negativi. Ad esempio, ha dovuto far fronte a problemi di manutenzione delle centrali elettriche situate in Texas e a una forte tempesta che ha colpito le strutture nel Montana.

Come riportato in precedenza da CryptoPotato, le condizioni meteorologiche nello stato settentrionale hanno paralizzato le operazioni di tutti i 30.000 minatori che Marathon ha schierato nell’area. Inoltre, rappresentano il 75% della flotta attiva totale dell’azienda. I danni dovrebbero essere parzialmente risolti nel mese di luglio.

“Nonostante le attuali sfide operative, stiamo lavorando per sfruttare le opportunità di hosting e siamo attivamente impegnati con vari provider di hosting. In definitiva, non vediamo l’ora di superare questo attrito a breve termine e di sforzarci di consolidare la posizione di Marathon come leader nel nostro spazio”

Aggiungendo i 707 BTC all’equazione, l’entità detiene 10.055 BTC, che a prezzi correnti equivalgono a circa $ 213 milioni. 1.966 BTC di quella scorta totale sono stati estratti durante i primi sei mesi del 2022.

A differenza di altri rivali, Marathon non ha venduto nessuna delle sue partecipazioni durante il secondo trimestre di quest’anno. In effetti, l’ultima volta che si è separata da alcuni dei suoi BTC è stata nell’ottobre 2020. Vale la pena notare che le azioni della società hanno reagito positivamente alla notizia. Prima dell’annuncio, un singolo titolo valeva circa $ 6, mentre attualmente viene scambiato a circa $ 7.

Twitter Crypto-Blog.IT

Come si comportano i  concorrenti?

Anche Argo Blockchain e Riot Blockchain hanno recentemente divulgato i loro risultati di giugno. Hanno estratto 179 BTC il mese scorso, un aumento significativo rispetto ai 124 BTC prodotti a maggio. Tuttavia, l’azienda ha dovuto vendere 637 BTC dalla sua scorta totale a un prezzo medio di circa $ 24.500 per ridurre gli obblighi del suo contratto di prestito con Galaxy Digital.

Riot Blockchain ha prodotto 421 BTC e si è separata da 300 BTC a giugno. Attualmente si trova a 6.654 BTC, per un valore di $ 142 milioni (al momento della stesura di queste righe). A causa dei prezzi più elevati a New York, tuttavia, l’organizzazione ha iniziato a spostare la propria infrastruttura in Texas (dove i costi dell’elettricità sono due volte più economici).

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!