Mario Draghi ed il video su Bitcoin: “Le persone possono fidarsi dell’euro, e non del Bitcoin, perché è stabile e sostenuto da una banca centrale”

Un video pubblicato di recente da @CarlBMenger mostra l’ex presidente della Banca centrale europea e attuale primo ministro italiano, Mario Draghi, che parla di Bitcoin. La breve clip, datata marzo 2018, metteva in guardia Draghi dall’investire in Bitcoin elogiando l’euro come valuta stabile con l’ulteriore garanzia del sostegno della BCE.

“Un #Euro oggi è un #Euro domani. Il suo valore è stabile. Le valute sono sostenute dalle banche centrali, ma nessuno sostiene #Bitcoin.“

Tuttavia, dopo circa quattro anni, e con il sistema fiat in crisi a causa della politica monetaria sconsiderata della banca centrale, l’euro è sprofondato alla parità con il dollaro, esercitando ulteriore pressione sui paesi della zona euro.

“Nessuno sostiene Bitcoin”

Il video è iniziato con una domanda posta a Draghi sui meriti dell’acquisto di Bitcoin. Draghi ha risposto dicendo: “non spetta a me” dire alla gente cosa fare. Ha detto che le persone dovrebbero pensarci attentamente. Draghi ha poi elogiato l’euro come valuta stabile, a differenza del Bitcoin, che oscilla selvaggiamente. Per questo motivo, ha affermato di non considerare Bitcoin una valuta.

In un altro scavo su BTC, Draghi ha aggiunto che la BCE sostiene l’euro e la Fed sostiene il dollaro, ma nessuno sostiene Bitcoin.

“Le valute sono sostenute dalle banche centrali o dai loro governi. Nessuno sostiene Bitcoin”

I critici della valuta fiat sostengono che il commento di Draghi sul sostegno della banca centrale non è del tutto corretto. Secondo Investopedia, le valute legali sono sostenute dalla fiducia nel governo emittente.

“Se le persone perdono fiducia nella valuta di una nazione, il denaro non avrà più valore”

Gli ultimi tempi hanno visto un’erosione della fiducia nei governi e nelle autorità in generale. Ad esempio, Forbes ha riferito che un recente sondaggio del barometro della fiducia di Edelman ha rilevato che, anche nelle nazioni sviluppate, uno su due non si fida dei rispettivi governi.

“Anche nei paesi più ricchi del mondo, 1 persona su 2 non ha fiducia nei propri governi e i leader politici hanno meno fiducia dei leader aziendali, ma più affidabili dei media”

Twitter Crypto-Blog.IT

Perché la parità euro/dollaro è una questione molto importante?

Un indebolimento dell’euro vede la parità del dollaro per la prima volta in quasi 20 anni. All’inizio del 2022, 1€ veniva scambiato per circa 1,13$. Al giorno d’oggi, da mercoledì scorso, il prezzo si aggira intorno a $ 1,0062.

Il passaggio alla parità segnala un ritmo più lento del commercio internazionale per i paesi dell’UE che utilizzano l’euro, aggravando ulteriormente i timori recessivi. Robin Brooks, capo economista presso l’Institute of International Finance, ha dichiarato:

“Sta diventando sempre più chiaro che l’Eurozona sta entrando in recessione, anche se le condizioni finanziarie si sono inasprite più che negli Stati Uniti o in Giappone”

Inoltre, considerando il precedente commento di Draghi, il raggiungimento della parità con il dollaro mostra che la BCE non è in grado di difendere la caduta dell’euro.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!