Il mercato NFT sta diventando sempre più utilizzato per il riciclaggio di denaro

Con l’emergere di nuovi ed entusiasmanti casi d’uso per le NFT, è emerso anche il loro potenziale di abuso, ha rivelato un recente rapporto di Chainalysis. La società di ricerca e analisi blockchain ha indagato su due forme di attività illecite nel mercato NFT: wash trading e riciclaggio di denaro, scoprendo statistiche preoccupanti.

I commercianti di lavaggio hanno guadagnato complessivamente 8,9 milioni di dollari

Il wash trading implica vendite fittizie in cui il venditore si trova su entrambi i lati della transazione, una pratica intesa a ingannare il mercato, noto anche come potenziali acquirenti, facendogli credere che ci sia una forte domanda per l’attività, gonfiandone il prezzo. Il riciclaggio NFT stanno facendo apparire i loro oggetti da collezione digitali più preziosi vendendoli a nuovi portafogli, che finanziano loro stessi.

Come ha sottolineato Chainalysis, la maggior parte delle piattaforme di trading NFT consente agli utenti di fare trading semplicemente collegando il proprio portafoglio, senza che sia necessaria un’identificazione aggiuntiva, il che facilita notevolmente questa forma di abuso.

Il rapporto si è tuffato nelle vendite di NFT a indirizzi autofinanziati e ha scoperto che alcuni venditori di NFT hanno eseguito centinaia di operazioni di lavaggio.

Twitter Crypto-Blog.IT

Il wash trading NFT può essere monitorato analizzando le vendite di NFT a indirizzi che erano autofinanziati, ovvero finanziati dall’indirizzo di vendita o dall’indirizzo che ha finanziato l’indirizzo di vendita.

Utilizzando l’analisi blockchain, Chainalysis ha identificato 262 utenti che hanno venduto un NFT a un portafoglio autofinanziato più di 25 volte. I loro profitti complessivi sono stati ulteriormente calcolati sottraendo l’importo che hanno speso per le tariffe del gas dall’importo che hanno guadagnato vendendo NFT.

“La maggior parte dei commercianti di lavaggio NFT non sono stati redditizi, ma i commercianti di lavaggio NFT di successo hanno tratto così tanto profitto che, nel complesso, questo gruppo di 262 ha beneficiato immensamente nel complesso”

L’analisi applicata ha catturato solo le negoziazioni effettuate in Ethereum e Wrapped Ethereum, ha sottolineato Chainalysis, aggiungendo che la valutazione del wash trading potrebbe essere considerata prudente. I 110 commercianti di lavaggio redditizi hanno accumulato collettivamente quasi 8,9 milioni di dollari di profitto, banalizzando i 416.984 dollari di perdite subite dai 152 commercianti di lavaggio non redditizi.

“Ancora peggio, quegli 8,9 milioni di dollari derivano molto probabilmente dalle vendite ad acquirenti ignari che credono che l’NFT che stanno acquistando sia cresciuto di valore, venduto da un collezionista distinto all’altro”

I dati e l’analisi della blockchain facilitano l’identificazione di questo tipo di abuso e, come ha sottolineato Chanalysis, i mercati potrebbero voler prendere in considerazione divieti o altre sanzioni per i peggiori trasgressori.

Gli NFT stanno diventando sempre più utilizzati per il riciclaggio di denaro

Sebbene non sia così significativo come il wash trading, l’uso di NFT per il riciclaggio di denaro è in aumento, rivela la seconda parte del rapporto.

I dati mostrano che i fondi illeciti stanno diventando sempre più coinvolti negli acquisti NFT, con il valore inviato ai mercati NFT da indirizzi contrassegnati che è salito in modo significativo nel terzo trimestre del 2021, superando $ 1 milione.

Il valore è ulteriormente aumentato nel quarto trimestre, raggiungendo quasi 1,4 milioni di dollari. In entrambi i trimestri, la maggior parte di questa attività proveniva da indirizzi associati a truffe che inviavano fondi ai mercati NFT per effettuare acquisti. In entrambi i trimestri sono stati inoltre inviati ai mercati quantità significative di fondi rubati.

Nel frattempo, gli indirizzi con rischio di sanzioni sono stati sempre più coinvolti nel quarto trimestre, un aumento direttamente collegato all’Exchange di criptovalute P2P Chatex, che è stato incriminato e sanzionato per coinvolgimento in operazioni di ransomware.

Sebbene in aumento, questa attività rappresenta ancora “una goccia nel mare”, rispetto agli 8,6 miliardi di dollari del riciclaggio di denaro basato su criptovalute che Chainalysis ha monitorato nel 2021.

“Tuttavia, il riciclaggio di denaro, e in particolare i trasferimenti da attività di criptovaluta sanzionate, rappresentano un grande rischio per creare fiducia negli NFT e dovrebbero essere monitorati più da vicino da mercati, autorità di regolamentazione e forze dell’ordine”

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!