Elon Musk dice che non sposa l’idea di un metaverso, crede che la sua tecnologia Neuralink offrirà una migliore realtà virtuale

Elon Musk, l’uomo più ricco del mondo e CEO del produttore di auto elettriche, Tesla, ha recentemente espresso la sua mancanza di supporto per la campagna in corso per il metaverso e gli ecosistemi Web3. Parlando in una recente intervista con Babylon Bee, Musk ha notato che le tendenze del Web3 e del metaverso stanno diventando così diffuse, ma non crede al 100% nell’idea.

“Non so se devo necessariamente accettare questa roba del metaverso, anche se la gente me ne parla molto. Al momento non sono in grado di vedere una situazione del metaverso avvincente o Web 3 sembra più marketing che realtà. Non lo capisco, e forse lo farò, ma non l’ho ancora capito”

Il boss di Tesla e SpaceX ha sottolineato che trova difficile immaginare un futuro in cui le persone dovrebbero lasciare il mondo fisico per vivere in uno virtuale.

“Non vedo qualcuno che si leghi un fottuto schermo in faccia tutto il giorno e non voglia mai lasciarlo”

Ha sottolineato l’ironia dei consigli ricevuti durante la crescita rispetto al concetto di metaverso.

“È strano che quando sono cresciuto pensassi che non sedermi vicino alla TV ti rovinerebbe la vista. Ora hai la TV letteralmente davanti alla tua faccia!”

Twitter Crypto-Blog.IT

Neuralink Meglio del Metaverso

Pur rivelando la sua mancanza di supporto per il metaverso e il Web3, Musk ha affermato che la sua azienda di neurotecnologie, Neuralink, fornirà un ecosistema migliore per consentire alle persone di essere pienamente coinvolte nella realtà virtuale. Neuralink si concentra principalmente sullo sviluppo di impianti cerebrali da utilizzare sugli esseri umani per ripristinare e migliorare diverse capacità fisiche utilizzando i computer.

“A lungo termine, un sofisticato Neuralink potrebbe portarti completamente nella realtà virtuale. Penso che siamo lontani dallo scomparire nel metaverso, suona solo una specie di parola d’ordine”

Il Web3

Le sue dichiarazioni arrivano appena un giorno dopo che l’ex CEO di Twitter, Jack Dorsey, ha dichiarato che Web3 non sarebbe sfuggito all’influenza dei venture capitalist e dei loro soci accomandanti.

Ha notato che la tecnologia è solo un’altra “entità centralizzata con un’etichetta diversa”. Il tweet ha scatenato un enorme dibattito, con anche Elon Musk che si è unito, chiedendo scherzosamente: “Qualcuno ha visto Web3? Non riesco a trovarlo.”

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!