Il fiorente mondo dei token non fungibili ha sconvolto l’industria dell’arte e ora si sta dirigendo verso l’industria degli NFT musicali. Spotify è in pericolo?

Ci sono state molte segnalazioni che puntano il dito su Spotify che mettono in discussione se paga i musicisti in modo equo. Mentre il popolare servizio di streaming musicale deve ancora rivelare esattamente quanto paga, gli esperti del settore hanno ipotizzato che il suo tasso di pagamento per le registrazioni è di quasi $ 4.000 per milione di stream, o meglio, meno di mezzo centesimo per stream. Tuttavia, secondo Saxo Bank, gli NFT musicali sono arrivati per salvare gli artisti.

NFT e piattaforme di streaming tradizionali

Saxo ritiene che le prospettive per la tecnologia NFT siano rosee nonostante tutto il caos e l’hype iniziali. Secondo una delle Outrageous Predictions 2022: Revolution di Saxo Bank, il caso d’uso degli NFT può rivelarsi interessante per quei musicisti e artisti che si sentono sfruttati o trattati ingiustamente dalle piattaforme di streaming esistenti e dalle loro strutture di reddito.

Sulla stessa falsariga, il post sul blog dell’analista di criptovalute della banca d’investimento danese Mads Eberhardt ha dichiarato:

“Questi modelli non guidano le tariffe dei singoli abbonati alla musica effettiva che un singolo abbonato ascolta. Piuttosto, tutti i ricavi delle quote di abbonamento vengono aggregati e distribuiti in base alla quota di ogni artista degli stream totali.

Le piattaforme di streaming producono anche un taglio massiccio che, se abbinato al taglio pagato alle etichette, ammonta fino al 75% o più delle entrate totali.

Twitter Crypto-Blog.IT

NFT sfida l’industria musicale

L’infrastruttura dell’attuale industria musicale ha lasciato sia agli artisti che ai loro fan solo una manciata di valide alternative. Il dominio delle principali case discografiche sta diminuendo. Il motivo: Spotify. I suoi guadagni del terzo trimestre mostrano un aumento del 27% anno su anno delle entrate a ben 2,8 miliardi di dollari. Inoltre, il margine lordo del gigante dell’audio è aumentato dal 24,8% di un anno fa al 26,7% nel 2021, il che lo ha aiutato ad accumulare oltre 100 milioni di dollari di flusso di cassa gratuito nel terzo trimestre.

Questa tendenza potrebbe cambiare poiché gli individui di tutto il mondo prestano molta attenzione al settore delle criptovalute e della blockchain. Solo nel 2021, molti musicisti, sportivi e artisti hanno inondato la scena NFT e ne stanno guadagnando. Eberhardt di Saxo, per esempio, è abbastanza fiducioso del suo successo. Citando l’uso di reti blockchain ed i contratti intelligenti, i musicisti possono eliminare la necessità di un’entità centralizzata e distribuire le loro creazioni direttamente ai loro ascoltatori. Il processo decentralizzato aiuterebbe gli artisti a essere pagati in tempo reale, pur mantenendo i tagli alle entrate che generalmente vanno ai siti di streaming.

In una previsione non oltraggiosa, l’analista ha previsto che emergeranno servizi di streaming musicale basati su NFT che includeranno artisti del calibro di Katy Perry, The Chainsmokers e Jason Derulo. Il trio è già stato coinvolto nella piattaforma musicale blockchain, Audius. Lentamente, Eberhardt crede che i musicisti tireranno fuori la loro musica dalle piattaforme mainstream, che saranno “interrotte in modo terminale”.

Fonte