Arrivano gli NFT su Facebook: Meta è focalizzato nel costruire le basi di un futuro in cui regna il metaverso

Navdeep Singh, responsabile del programma tecnico di Meta, ha mostrato sui suoi canali di social media uno sguardo alla nuova funzione PFP NFT di Facebook, che sarà inizialmente disponibile per un gruppo selezionato di creatori di contenuti. PFP è un acronimo ampiamente utilizzato nella sottocultura NFT che significa acronimo che significa “immagine per prova” o “immagine del profilo”.

Gli utenti potranno visualizzare i loro token PFP come se fossero in una galleria fotografica. Sarà sufficiente cliccarci sopra per visualizzarne tutti i dettagli.

Facebook vuole entrare nel Web3.0

Un portavoce di Facebook ha detto al notiziario Techcrunch che il servizio di supporto NFT richiederà tempo per raggiungere la piena integrazione. Inoltre, il servizio verrà inizialmente lanciato come funzionalità solo negli Stati Uniti disponibile per un piccolo gruppo di creatori di contenuti.

Inoltre, il portavoce ha affermato che Meta sta ora lavorando per implementare la NFT in altri social media. Ciò renderebbe Whatsapp, Facebook e Instagram compatibili con NFT, o almeno con funzionalità simili a quelle già fornite da Twitter.

Meno di due settimane fa, il CEO di META Mark Zuckerberg ha annunciato che la società stava lavorando a più test di compatibilità NFT su Instagram in modo che i creatori di contenuti potessero condividere le loro raccolte con i loro followe. A quel tempo, ha notato che Meta era concentrato sullo sviluppo del supporto per NFT in esecuzione su Ethereum e Polygon. Tuttavia, ha segnalato piani per supportare altre blockchain, tra cui Flow e Solana, una volta che l’integrazione con Facebook sarà in atto.

Twitter Crypto-Blog.IT

Meta e Zuckerberg scommettono sugli NFT nonostante il mercato ribassista

Come riportato di recente da Crypto-Blog.IT, Meta ha fatto il suo ingresso nel mondo NFT all’inizio di maggio, quando ha introdotto per la prima volta la compatibilità per i token non fungibili all’interno della piattaforma di Instagram.

A quel tempo, l’azienda mirava a collegare la scena dell’arte digitale al mondo fisico attraverso la tecnologia di realtà aumentata Spark AR. Ciò consentirebbe la proiezione dell’opera d’arte in spazi fisici. Inoltre, ai creatori di contenuti non verrà addebitata alcuna commissione per il caricamento dei loro NFT sulla piattaforma di Facebook.

Zuckerberg ha chiarito in diverse occasioni che, nonostante sia un’azienda centralizzata, Facebook, ora Meta, vuole accelerare l’intero processo di adozione di Web3. Il giovane imprenditore crede che le NFT siano il modo migliore per iniziare il percorso verso il raggiungimento della sua visione, specialmente considerando quanto la tecnologia sia diventata popolare tra gli utenti mainstream.

Quindi, anche se le criptovalute e gli NFT sono attualmente in territorio ribassista, Meta è tutto incentrato sul futuro dei social network e del metaverso. E in quel futuro mondo digitale, i token non fungibili giocheranno un ruolo chiave.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!