OpenSea licenzia il 20% dell’organico lavorativo: Il gigante degli NFT si unisce a molti altri leader del settore per i licenziamenti per prepararsi all’inverno delle criptovalute

Devin Finzer, CEO di OpenSea, ha annunciato giovedì che circa il 20% dei dipendenti è stato licenziato dal mercato NFT. La mossa ha lo scopo di preparare meglio l’azienda per un massimo di cinque anni di un inverno crittografico potenzialmente prolungato.

Nonostante abbia già affrontato il mercato ribassista, Finzer ha affermato che il mercato attuale deve affrontare una combinazione senza precedenti di inverno crittografico e instabilità macroeconomica. Ai dipendenti licenziati verrà concesso il licenziamento, il sostegno all’inserimento lavorativo e la copertura sanitaria a partire dal 2023. Tutti i lavoratori interessati sono già stati informati di persona.

Sebbene definisca la mossa una decisione “triste e difficile”, Finzer non incolpa le circostanze della sua azienda sulla mancanza di lungimiranza.

“Abbiamo costruito questa azienda pensando alla ciclicità delle criptovalute”, ha affermato. “Abbiamo anche costruito un bilancio molto solido grazie ai soldi che abbiamo raccolto e all’adattamento al mercato dei prodotti che abbiamo dimostrato”

Finzer ha affermato che una “esplosione” di innovazione sta arrivando per il mercato NFT e prevede che diventerà il mercato più grande del pianeta. Numerose altre società di criptovalute hanno annunciato licenziamenti di entità simile in risposta alla flessione del mercato. Compass Mining e Coinbase sono stati costretti a licenziare rispettivamente il 15% e il 18% del personale, ed entrambi hanno effettivamente superato le assunzioni durante il mercato rialzista del 2021.

La piattaforma di prestito BlockFi ha anche rilasciato il 20% del personale a giugno, assicurandosi una linea di credito di 250 milioni di dollari dall’exchange FTX per rafforzare le sue operazioni.

OpenSea ha dovuto affrontare una serie di problemi nelle ultime settimane, che hanno influito sia sul bilancio che sulla reputazione. Mentre un ex dipendente dell’azienda è stato accusato di insider trading all’inizio di giugno, la piattaforma ha segnalato una violazione dei dati che ha rivelato le informazioni personali dei clienti circa un mese dopo.

All’inizio di questo mese, il co-fondatore di OpenSea ha lasciato il consiglio di amministrazione dell’azienda per concentrarsi sull’innovazione in altre aree.

Fonte

Twitter Crypto-Blog.IT

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!