Regno Unito censura 7 annunci di cripto, la decisione è stata presa dall’Advertising Standards Authority, i ban riguardano anche Etoro e Coinburp

Nel tentativo di promuovere il commercio di criptovalute etico nel paese, l’autorità di vigilanza sulla pubblicità del Regno Unito ha vietato sette annunci di criptovalute delle principali società Excahnge di criptovalute a causa della loro incapacità di “illustrare il rischio dell’investimento“. Le principali società di criptovalute come Etoro, Exmo, Coinburp e Luno hanno dovuto affrontare la repressione di ASA per:

Sfruttando in modo irresponsabile l’inesperienza dei consumatori e non riuscendo a spiegare i potenziali rischi associati al trading di criptovalute

La repressione di ASA sulle società di criptovalute

Questa non è la prima volta che ASA ha imposto un divieto assoluto agli annunci di criptovalute che non evidenziano i rischi di investimento in criptovalute. Il cane da guardia del Regno Unito aveva precedentemente vietato le pubblicità di Floki Inu che citavano “promozione irresponsabile“.

I sette annunci crittografici vietati sono stati per lo più prodotti dalle stesse società crittografiche nel tentativo di attirare più utenti. Questo è stato il caso di Coinburp, Luno, Exmo ed Etoro. Tuttavia, l’ASA ha anche vietato le campagne di marketing delle società pubblicitarie Europe e Payward per la visualizzazione di annunci per gli scambi crittografici americani Coinbase e Kraken.

Nel caso di Kraken, è stata presentata una denuncia a causa di un poster digitale che lo scambio aveva affisso nella stazione della metropolitana di Londra. Anche se lo scambio aveva emesso un disclaimer con l’annuncio, ASA ha concluso rapidamente che i consumatori non avrebbero avuto il tempo di comprendere le informazioni rilevanti nel disclaimer.

Twitter Crypto-Blog.IT

Il Regno Unito considera gli annunci crittografici un problema prioritario

Advertising Standards Authority ha inoltre affermato che il monitoraggio degli annunci crittografici è il loro “problema prioritario di allarme rosso” per proteggere gli investitori da eventuali truffe sugli investimenti. Secondo il direttore dei reclami e delle indagini di ASA Miles Lockwood:

“I consumatori devono conoscere i rischi dell’investimento in cripto-asset e le aziende dovrebbero assicurarsi che i loro annunci non siano fuorvianti o socialmente irresponsabili approfittando della mancanza di consapevolezza dei consumatori. intorno a questi prodotti complessi e volatili”

Alla luce dei recenti eventi riguardanti pubblicità cripto ingannevoli e offerte promozionali, l’ASA prevede di aggiornare la sua politica di orientamento il prossimo anno per esercitare una stretta supervisione. Inoltre, ASA ha affermato che continuerà a monitorare e rivedere gli annunci crittografici, oltre a indagare sugli annunci pubblicitari relativi ai token dei fan e agli NFT.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!