Le cryptovalute sono ancora una volta sotto i riflettori mentre i senatori degli Stati Uniti vogliono regolamentare le stablecoin

La senatrice del Massachusetts Elizabeth Warren guida ancora una volta l’accusa contro le criptovalute. In un video pubblicato online, la senatrice ha affermato che le stablecoin rappresentano un rischio per i consumatori e per l’economia perché “sostengono una delle parti più oscure del mondo delle criptovalute, la DeFi, dove i consumatori sono meno protetti dalle truffe”.

Non è la prima volta che ha etichettato l’industria delle criptovalute come “losca” o qualcosa simile. A luglio, il senatore arrabbiato ha affermato che dietro le criptovalute c’erano “super programmatori oscuri”, rendendola una minaccia per il sistema finanziario degli Stati Uniti. Questa ultima tirata è stata scatenata durante un’audizione della commissione del Senato per le banche, gli alloggi e gli affari urbani il 14 dicembre.

Twitter Crypto-Blog.IT

I senatori sulle Stablecoin

Le stablecoin minacciano il sistema finanziario tradizionale per come sono state progettate. La Federal Reserve controlla il dollaro e ha fatto precipitare l’economia in una crisi con una stampa di denaro senza precedenti che ha portato a un tasso di inflazione massimo degli ultimi 40 anni. Doveva parlare di ciò il senatore a proposito della tutela dei consumatori.

Nella stessa udienza, il senatore Sherrod Brown si è unito al suo connazionale e ha etichettato le criptovalute come “denaro magico“. Il senatore Brown ha aperto l’udienza con una filippica contro le stablecoin e il loro rapporto con questa “nuova economia fantastica”. Ha aggiunto che facilitano gli utenti a rischiare denaro su criptovalute volatili e talvolta fraudolente.

Solo una settimana fa, un certo numero di CEO e dirigenti di criptovalute si è recato a Capitol Hill per spiegare il ruolo delle stablecoin e di cosa trattava l’industria nel tentativo di sedare le preoccupazioni e queste dichiarazioni radicali. Questi sforzi sembrano essere caduti nel vuoto a giudicare dalla veemenza proveniente da questi politici anti-cripto.

L’udienza si è svolta lo stesso giorno in cui Tether è stato colpito da un’altra causa che il CTO Paolo Ardoino ha etichettato come “sciocchezze e imitazioni”.

L’angolo delle criptovalute

Tuttavia, sei senatori hanno combattuto a sostegno dell’industria. In una lettera inviata al segretario al Tesoro Janet Yellen il 14 dicembre, i senatori Rob Portman, Mark Warner, Mike Crapo, Kyrsten Sinema, Pat Toomey e Cynthia Lummis hanno sollecitato regolamenti specifici per le criptovalute.

Il loro particolare risentimento era l’uso del termine “broker” nella legge sull’infrastruttura approvata di recente che avrebbe visto i fornitori di software, le operazioni minerarie e i fornitori di portafogli soggetti a rendicontazione fiscale.

Esortiamo il Dipartimento del Tesoro a fornire informazioni o orientamenti informali il prima possibile, entro la fine dell’anno solare in corso, in merito alla definizione di “intermediario” discussa durante il processo legislativo

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!