I rialzisti di Bitcoin sono estramente convinti del possiible dei 100K$ nel 2022

Nonostante il fatto che la fine del 2021 suggerisse che potrebbero esserci ancora delle preoccupazioni riguardo alla volatilità del mercato, non c’è dubbio che l’anno scorso è stato enorme per l’industria delle criptovalute e uno che è stato enorme in generale.

In effetti, c’erano una serie di cose diverse a cui prestare attenzione, tra cui cose come token non fungibili (NFT) e finanza decentralizzata (DeFi), Ethereum (ETH-USD) e criptovalute più piccole, tuttavia è stato anche un anno che ha avuto molto impatto su Bitcoin.

La criptovaluta, che aveva subito una serie di fluttuazioni negli ultimi 12 mesi, era riuscita a raggiungere il massimo storico di un prezzo vicino a $ 69.000 a novembre, tuttavia è stata recentemente ridotta a circa $ 36K, lasciando la sua capitalizzazione di mercato al suo il secondo più basso e circa il 40% secondo i dati di TradingView.

Tuttavia, ciò non ha impedito a molti rialzisti di prevedere che Bitcoin sarà ancora in grado di raggiungere il prezzo di $ 100.000 che molti speravano, con molti che sono saldi nelle loro previsioni e apparentemente hanno la stessa fiducia che ciò accada come prima.

Naturalmente, ci sono una serie di fattori diversi che molti individui ed esperti potrebbero cercare di indicare quando si tratta di provare a sostenere le loro previsioni, con l’industria del gioco d’azzardo forse una delle più grandi. Il gioco d’azzardo crittografico è un’attività che piace a molti detentori di valuta virtuale, con l’uso di un casinò Bitcoin che continua ad aumentare grazie ai vantaggi di cui i giocatori d’azzardo possono godere quando giocano ai loro giochi preferiti.

Inoltre, per supportare ulteriormente il suggerimento che Bitcoin ha beneficiato di questo particolare settore e probabilmente continuerà a farlo, uno studio di Thomas Conlon e Richard McGee nel 2020 ha già dimostrato che il token crittografico aveva già goduto di un aumento di prezzo una volta prima a causa di l’industria delle scommesse.

CryptosRus George Tung ha detto a Yahoo Finance che, sebbene nel “breve termine, potrebbe esserci una certa volatilità”, ha ritenuto che “a lungo termine, l’inflazione sarà un problema continuo e il bitcoin è visto come la migliore copertura contro inflazione a questo punto”.

Anche il chief strategy officer di Blockstream, Samson Mow, è convinto sulla previsione che Bitcoin sarà un prezzo a sei cifre, suggerendo che potrebbe accadere entro i prossimi sei mesi. Ha dichiarato: “Vedremo $ 100.000 entro la prima metà dell’anno“.

In che modo ha anche rivelato che Bitcoin sarà ancora un asset piuttosto sensibile al rischio nel breve termine, con una serie di fattori diversi in gioco, ma ha anche affermato:

“su un orizzonte temporale sufficientemente lungo, [Bitcoin] fa le sue cose ”

Il presidente di El Salvador, Nayib Bukele, ha recentemente ribadito l’opinione che Bitcoin sarà anche in grado di raggiungere il prezzo di $ 100.000 nel 2022, poiché ha fatto una serie di forti previsioni mentre si rivolgeva a Twitter e postava un tweet a tutti i suoi follower.

Una delle previsioni che ha fatto che potrebbe aiutare l’asset digitale a diventare una moneta a sei cifre è stata che secondo lui altri due paesi adotteranno il token come moneta a corso legale nei prossimi 12 mesi, unendosi così al paese latinoamericano diventando tra i prima ad accettarlo.

Mow ha evidenziato che “[Bitcoin] mining a livello di utility nazionale è il primo passo” e un certo numero di paesi ha visto il mercato riemergere. Nonostante il fatto che la Cina abbia vietato l’estrazione di criptovalute nel giugno 2021, paesi tra cui Canada, Iran, Germania, Malesia, Russia e Stati Uniti hanno tutti visto una rinascita dell’interesse del mercato, secondo una ricerca compilata dal Cambridge Bitcoin Electricity Consumption Index (CBECI) .

Alcuni suggerirebbero che i pensieri di Bukele e Mow siano condivisi, tuttavia, a causa dell’interesse che hanno insieme dopo l’annuncio di una partnership che li vedrebbe offrire “vincoli vulcanici”. La metà del debito sovrano di un miliardo di dollari andrebbe a finanziare “Bitcoin City” che raccoglierebbe energia geotermica vicina da un vulcano per estrarre Bitcoin.

Mow ha affermato che una zona di sviluppo “zero tasse su tutto” aiuterebbe a trasformare El Salvador nella “Singapore dell’America Latina”, tuttavia va notato che l’obbligazione non è ancora disponibile, poiché Blockstream continua a lavorare con un certo numero di broker . L’altra metà dell’offerta obbligazionaria a 10 anni sarà convertita in Bitcoin, con una cedola del 6,5% riportata nel prossimo decennio.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!