La SEC vede Bitcoin come una merce: Per il presidente, Gensler, vede la principale criptovaluta come una merce, ma si rifiuta di commentare qualsiasi altro token

Il presidente della Securities and Exchange Commission (SEC) Gary Gensler ha recentemente confermato di ritenere che il Bitcoin sia meglio classificato come merce, piuttosto che come titolo. Tuttavia, ha rifiutato di commentare la classificazione di qualsiasi altra cripto, lasciando lo stato di altcoin come Ethereum ancora poco chiaro.

Bitcoin contro tutti

In un’intervista con la CNBC lunedì, Jim Cramer ha chiesto al presidente della sua collaborazione con la Commodities and Futures Trading Commission (CFTC) nella regolamentazione delle risorse digitali. Gensler ha risposto con la sua opinione spesso ripetuta secondo cui la maggior parte del mercato delle criptovalute, che è una classe di attività altamente speculativa, è composta da titoli.

“Il pubblico degli investitori spera in un ritorno, proprio come quando investe in altre attività finanziarie che chiamiamo titoli”

Tuttavia, Gensler ha ammesso che alcuni asset, in particolare Bitcoin, possono essere etichettati come merci, osservando che i suoi predecessori sono stati disposti a classificarli come tali. “BTC è l’unico di cui parlerò, perché non parlerò di nessuno di questi token”, ha aggiunto.

Durante il suo mandato, l’ex presidente della SEC Jay Clayton ha anche affermato che l’Ether, la seconda criptovaluta più grande, era una merce. Tuttavia, quando a gennaio la CNBC gli ha chiesto cosa ne pensasse dello stato legale del bene, Gensler ha evitato di dare una risposta diretta. In effetti, durante l’insegnamento di un corso incentrato sulla blockchain al MIT nel 2018, il presidente ha affermato che l’ICO di Ether assomigliava a quello di un’offerta di titoli. Ha affermato specificamente di aver superato il “Test Howey”, una semplice cartina di tornasole utilizzata per classificare i titoli dagli anni ’30.

La senatrice degli Stati Uniti Kirsten Gillibrand ha dichiarato all’inizio di questo mese che sia Gensler che il presidente della CFTC Rostin Benham erano d’accordo sul fatto che l’Ether è una merce. Mentre Benham ha sostenuto direttamente questa affermazione, Gensler rimane a bocca chiusa sulla questione.

Twitter Crypto-Blog.IT

Merci, titoli o nessuno dei due?

L’industria delle criptovalute è internamente divisa su come classificare le risorse digitali. Alcuni devoti Bitcoiner come Max Keizer sostengono che solo Bitcoin è una merce, mentre tutte le altre criptovalute sono titoli non registrati.

“Le prove schiaccianti mostrano che ETH, Vitalik [Buterin], [Joseph] Lubin, l’intero team di ETH e coloro che lo scambiano…. hanno apertamente discusso di ETH come progettato per essere, con l’intenzione di essere, una sicurezza”

Nel frattempo, alcuni leader del settore pensano che le risorse crittografiche non siano affatto adatte per una tale classificazione binaria. Ad esempio, il fondatore di Cardano Charles Hoskinson ha testimoniato giovedì che la “regolamentazione basata su categorie” sarebbe antitetica alla crittografia, poiché dipenderebbe da “attori centralizzati” per la segnalazione e la divulgazione.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!