Mettiamo in discussione il modello di sicurezza di Bitcoin in un contesto ipotetico di calo dell’utilizzo della rete

I sostenitori di Bitcoin affermano che la sicurezza di Bitcoin è indiscutibile e che i timori relativi al dimezzamento degli eventi sono sproporzionati. I critici, tuttavia, sostengono che le commissioni di transazione potrebbero non essere in grado di contrastare il calo dei premi dei blocchi, riducendo il budget di sicurezza della rete.

Mentre il 2022 è iniziato con l’hash rate di Bitcoin ai massimi storici (ATH) e le entrate totali dei miner in aumento di oltre il 400% dal dimezzamento, l’argomento merita attenzione. Cerchiamo di fare chiarezza in questo articolo parlando della sicurezza di Bitcoin.

Necessità di sussidio di blocco

Progettato per limitare il numero totale di monete emesse a 21 milioni, l’halving di Bitcoin è un evento ciclico che dimezza i premi per i minatori e si verifica all’incirca ogni quattro anni. Secondo la visione e il design di Satoshi, “in pochi decenni, quando la ricompensa diventa troppo piccola, la commissione di transazione diventerà la principale compensazione“.

Questa ipotesi è subordinata a un fatto importante: Bitcoin viene ampiamente adottato, poiché si prevede che la crescita della rete guiderà la domanda di spazio nei blocchi, diminuendo alla fine la necessità di un sussidio per i blocchi. Secondo Morgan “Mo” Bennett, questo argomento ha bisogno di più tempo di trasmissione.

L’analista indipendente ha sottolineato che il budget di sicurezza di Bitcoin, che protegge la rete dagli attacchi del 51% ed è rappresentato dal sussidio di blocco e dalle commissioni di transazione combinate, è in costante calo negli ultimi 11 anni. Facendo riferimento ai dati di CoinMetrics, ha affermato che ciò è vero, sia in relazione alla capitalizzazione di mercato di Bitcoin che al volume delle transazioni di Bitcoin.

Inoltre, ha affermato che “se le commissioni dovessero sostituire il premio in blocco, il rapporto tra commissioni di sovraemissione (F/I) aumenterebbe per sempre“, ma come ha sottolineato è recentemente sceso ai livelli del 2013.

Domanda di blockspace

La preoccupazione che il costo per attaccare la rete sia in diminuzione rispetto all’incentivo finanziario per proteggerla deve essere messa in prospettiva, poiché, infine, il costo reale del 51% di hash power è incredibilmente alto. Inoltre, l’hash rate di Bitcoin è ad un massimo storico (ATH).

Allo stesso tempo, le entrate dei miner Bitcoin sono aumentate di oltre il 400% dal dimezzamento.

Tuttavia, mentre il prezzo di Bitcoin è aumentato del 60% nell’ultimo anno, il suo utilizzo presso le aziende che utilizzano il suo sistema di pagamento è diminuito a circa il 65% delle transazioni elaborate, rispetto al 92% nel 2020, Bloomberg ha riferito di fare riferimento a BitPay, un importante processore di pagamenti crittografici. Ma, a questo punto del gioco, il problema della scalabilità di Bitcoin sta ricevendo una risposta su diversi campi di gioco.

Lightning su Layer 2 e compatibilità delle firme Schnorr e supporto Taproot su Layer 1 sono esempi di soluzioni di scalabilità create per rispondere alla richiesta di adozione di massa. Bitcoin dovrà adattarsi? Senza dubbio. Si è già adattato.

Nel frattempo, il suo fascino e la sua sicurezza sono entrambi guidati e rafforzati dalla sua adozione, ha assicurato l’analista principale on-chain di Glassnode, una piattaforma di dati e intelligence on-chain per i mercati delle criptovalute. Checkamte ha concluso:

“Davanti a noi abbiamo molti decenni prima che questo diventi un vero problema, e sono sicuro che in questo periodo si troverà una soluzione, come sempre. La rivoluzione tecnologica non pui fermarla!”

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!