Solana ha lanciato il servizio Solana Pay per competere con i big nel regno delle app di pagamento

Solana Labs ha annunciato il lancio di Solana Pay in una collaborazione congiunta Circle, Checkout.com, Citcon, Phantom, FTX e Slope. L’annuncio affermava che la premessa alla base del nuovo servizio è che il pagamento effettivo e la sua tecnologia sottostante “va dall’essere un’utilità di servizio necessaria a un vero canale di comunicazione peer-to-peer tra il commerciante e il consumatore“.

L’app consentirà agli utenti di inviare stablecoin come USDC dai loro portafogli crittografici direttamente sul conto di un commerciante, dove vengono liquidati quasi istantaneamente con commissioni di transazione molto basse.

La prossima fase del suo sviluppo consentirà ai commercianti di restituire le risorse crittografiche ai consumatori, “il che aprirà nuove capacità nel commercio senza uguali“, secondo Sheraz Shere, responsabile dei pagamenti di Solana Labs. Shere ha lavorato in precedenza presso American Express e Google, aiutando a lanciare Wallet e Google Pay.

Solana Pay nel mondo dei pagamenti

Solana Pay sta entrando in un affollato ecosistema di app di pagamento esistenti in cui attualmente dominano i giganti della tecnologia Apple e Google. Ci sono anche una serie di altri enormi giocatori di pagamenti come PayPal, che secondo quanto riferito sta lavorando sul proprio token, Venmo, Wise, Cash App e Stripe.

Pochissimi di questi supportano le criptovalute in modo nativo, tuttavia, quindi Solana mira a colmare questo divario andando oltre il semplice pagamento con le criptovalute. Shere elaborato:

“I commercianti saranno in grado di accettare criptovalute per anni, ma l’accettazione di solito significa stabilirsi in valute non stabili, scambiare un intermediario con un altro e legare insieme pioli quadrati e buchi rotondi”

Ha aggiunto che i commercianti dovrebbero anche beneficiare dei vantaggi dei pagamenti crittografici decentralizzati come risparmio sui costi di rete, generazione di rendimento DeFi, zero responsabilità contro le frodi, regolamento istantaneo e proprietà della relazione con il cliente”.

Solana Pay opererà principalmente con USDC ma consentirà anche altre risorse crittografiche legate alla rete come SOL, FTT, SRM. I prezzi di SOL hanno guadagnato il 4% nel corso della giornata supernado i $ 100 nel momento in cui scriviamo questo articolo, tuttavia, l’asset è stato ancora scambiato in ribasso del 58% dal massimo storico del 6 novembre.

I guai di Solana

Solana è stato spesso soprannominato un possibile “killer di Ethereum” a causa del suo maggiore throughput, ma di recente ha anche subito una serie di interruzioni di rete che rendono questo moniker altamente discutibile.

Alla fine di gennaio, la rete ha subito un’interruzione di 48 ore causata da bot di arbitraggio che inviavano spam al sistema. Successivamente è avvenuto un attacco DDOS che lo ha eliminato all’inizio dello stesso mese. Solana è crollato anche a settembre e dicembre dello scorso anno a causa di problemi di sovraccarico simili, quindi forse non è ancora pronto per essere un vero killer di Ethereum.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!