Al momento dell’acquisto di Ted Cruz, Bitcoin era scambiato intorno ai  36/37 K$

Secondo una divulgazione finanziaria depositata il 4 febbraio, il senatore statunitense Ted Cruz ha acquistato l’ultimo calo di Bitcoin.

Il deposito mostra che il repubblicano del Texas ha acquistato Bitcoin per un valore compreso tra $ 15.001 e $ 50.000 il 25 gennaio ed ha utilizzato l’intermediazione River per effettuare la transazione.

Cruz si unisce ai booster Bitcoin del Senato degli Stati Uniti

Fino a poco tempo, Cynthia Lummis del Wyoming e Pat Toomey della Pennsylvania erano gli unici due senatori statunitensi a investire in criptovalute. Tuttavia, con il suo acquisto di gennaio, Cruz si è unito ai ranghi dei senatori repubblicani che hanno rivelato le loro allocazioni di criptovalute.

Al momento dell’acquisto di Cruz, il prezzo di Bitcoin era sceso di circa il 47% rispetto al suo ATH registrato a novembre, quando la criptovaluta si avvicinava a $ 69.000. Il repubblicano del Texas ha rivelato l’acquisto in anticipo entro il termine di segnalazione fissato dallo Stop Trading on Congressional Knowledge (STOCK) Act, che richiede ai membri del Congresso di segnalare l’acquisto, la vendita o lo scambio di qualsiasi azione, obbligazione, future su materie prime o altro titolo che supera $ 1.000 entro 45 giorni dalla transazione.

Tenendo presente questo, le settimane successive potrebbero rivelare alcuni nuovi nomi che si uniscono ai booster di Bitcoin al Congresso degli Stati Uniti, che, come Cruz, ha riconosciuto l’ultimo calo dei prezzi come un punto di ingresso opportuno. Uno dei nomi che è altamente improbabile che sia in quella lista è la deputata Alexandria Ocasio-Cortez, che siede nel Comitato per i servizi finanziari della Camera.

Secondo Ocasio-Cortez, noto con il soprannome di AOC, investire in criptovalute, in particolare Bitcoin, presenta un chiaro conflitto di interessi, con l’accusa di “avere accesso a informazioni sensibili e politiche imminenti”.

Una cosa è certa, con il governo degli Stati Uniti che si prepara a saltare sulla regolamentazione delle criptovalute come una questione di massima priorità, gli investitori saranno alla ricerca di rappresentanti che rivelino di avere skin nel gioco.

Aspettando l’occasione

Si può sostenere che Cruz sia caduto nella tana del coniglio di Bitcoin qualche tempo fa e stesse solo aspettando il prossimo calo. Lo scorso agosto, il repubblicano del Texas ha espresso la sua opposizione alle disposizioni del disegno di legge bipartisan del Senato che introdurrebbe nuove regole fiscali per le società di trading di criptovalute e i broker.

L’accordo sull’infrastruttura contiene disposizioni PERICOLOSE che devasterebbero l’innovazione delle criptovalute e della blockchain

A novembre, ha presentato una proposta che consentirebbe a ristoranti, venditori e altri commercianti al servizio del Congresso di accettare la criptovaluta come pagamento. Infine, il senatore non era timido riguardo al suo aperto sostegno alla crescita delle operazioni di mining di Bitcoin nello stato.

Vorrei vedere il Texas diventare il centro dell’universo per Bitcoin e criptovalute“, ha detto Cruz al Texas Blockchain Summit lo scorso ottobre, dove i politici repubblicani hanno sostenuto il settore.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!