Vitalik Buterin ha parlato delle sue preoccupazioni durante l’intervista rilasciata a TIME Magazine dopo ETHDenver

ETHDenver, una delle conferenze sulle criptovalute più amate al mondo, si è svolta quest’anno tra l’11 febbraio e il 21 marzo. La conferenza è il principale evento dell’anno incentrato sugli sviluppatori. Offre molte opportunità per conoscere le nuove innovazioni sulla Blockchain oltre ad happy hour, open bar e after-party.

Il fondatore di Ethereum Vitalik Buterin è stato naturalmente il protagonista dell’intera conferenza. Anche se non ha partecipato agli after-party perché non beve e si sente a disagio in mezzo alla folla, Butlerin ha colto ogni opportunità per condividere i suoi pensieri sull’industria delle criptovalute e sul futuro di Ethereum. L’ultimo giorno di ETHDenver, Time Magazine ha tenuto un’intervista di 80 minuti con Buterin in cui ha condiviso le sue preoccupazioni sul futuro delle criptovalute.

“La stessa crittografia ha molto potenziale distopico se implementata in modo errato”

Ha affermato Buterin, riferendosi alla forte quota di inquinamento del mining, all’utilizzo delle criptovalute come veicolo per l’evasione fiscale e al riciclaggio di denaro, oltre a fornire una piattaforma per truffe impensabili. La maggior parte delle sue preoccupazioni deriva dal fatto che la realtà va in una direzione opposta alle visioni di Buterin.

Ethereum come piattaforma di sperimentazione

Buterin desidera che Ethereum si trasformi in un trampolino di lancio per la sperimentazione sociale in futuro. Vuole che la piattaforma ospiti prove per sistemi di voto più equi, pianificazione urbana, un sistema per il reddito di base universale e progetti pubblici simili. Con tali progetti, Buterin desidera che Ethereum equilibri il potere dei governi autoritari e il dominio di Silicon Walley sulle nostre vite digitali.

Buterin è sempre stato molto attento alla questione della centralizzazione. Questo è arrivato al punto di non presentarsi come il “fondatore” di Ethereum perché preoccupato di influenzare la comunità. Quindi ha cercato di ridurre al minimo le apparizioni pubbliche. Tuttavia, riconosce anche che la sua visione futura di Ethereum potrebbe essere rapidamente rilevata dagli avidi. Quindi, con riluttanza, si posiziona in un ruolo pubblico più ampio per aiutare a spingere il futuro di Ethereum nella giusta direzione. Lui dice:

“Se non esercitiamo la nostra voce, le uniche cose che si costruiscono sono quelle che sono immediatamente redditizie. E quelli sono spesso lontani da ciò che è effettivamente il meglio per il mondo”

Il decentramento supera Buterin

Nonostante la sua importanza per la rete Ethereum, non riesce ancora a creare la spinta che desidera. Questo perché nessuno tranne lui ha progettato Ethereum in modo che fosse completamente decentralizzato. Buterin rifiuta l’idea di chiunque detenga un potere unilaterale su Ethereum, incluso se stesso.

Ecco perché non può andare oltre l’offerta di semplici suggerimenti attraverso post sul blog, interviste, discorsi e condurre ricerche. Tuttavia, è difficile dire che i suoi metodi stiano prendendo i suoi effetti sulla comunità. Si sente come se la sua voce non fosse ascoltata. Esprime le sue preoccupazioni dicendo:

“Ho urlato molto, e a volte quell’urlo sembra come ululare nel vento”

Eccessiva espansione della ricchezza

Un’altra cosa di cui Buterin si preoccupa, che spinge la comunità nella direzione opposta alla sua visione, è la distrazione che crea la sovraespansione della ricchezza. Commenta la crescita esponenziale del mercato e afferma:

“Il più grande divario era sicuramente che molte di queste persone si preoccupavano di fare soldi. Per me, quello non era assolutamente il mio obiettivo. Ci sono sicuramente molte persone che stanno solo comprando yacht e Lambo”

Buterin si riferisce all’emergere dell’auto sportiva di lusso di Lamborghini come simbolo di successo nello spazio crittografico. Le persone che hanno ricevuto rendimenti impressionanti dai loro investitori hanno speso pubblicamente le loro criptovalute su Lamborghini per dimostrare la credibilità sia dello spazio crittografico che del loro esperto di criptovalute. Ciò ha messo radici così bene all’interno della comunità delle criptovalute che l’espressione “Quando Lambo?” si è fatto strada nel dizionario crittografico.

Buterin pensa che questa eccessiva espansione e questa spudorata dimostrazione di ricchezza creino distruzione per la comunità. Li spinge a seguire il profitto piuttosto che ciò che lo spazio crittografico può diventare.

La scomessa degli NFT

Quando si parla della sovraespansione della ricchezza, Buterin ha anche toccato il tema degli NFT. Ha detto che anche gli NFT sono diventati simboli di ricchezza e si comportano come giochi d’azzardo di alto livello. Riferendosi ai Bored Ape Yacht Club NFT, ha detto:

“Il pericolo è che hai queste scimmie da 3 milioni di dollari e diventa un diverso tipo di gioco d’azzardo”

Buterin non ha previsto l’ascesa delle NFT. Hanno indubbiamente contribuito alla crescita della rete di Ethereum e al prezzo di Ether. Tuttavia, hanno anche travolto la rete a causa del loro volume, che ha comportato un forte aumento delle tariffe del gas. Ancora più importante, spingono la crescita di Ethereum oltre le visioni di Buterin.

Le commissioni

Buterin ha anche riconosciuto la frustrazione della comunità per le elevate tariffe del gas nella rete di Ethereum. Si è schierato con la comunità nella loro frustrazione e ha detto che doveva essere risolto il prima possibile. Egli ha detto:

“Con le commissioni come sono oggi, si arriva davvero al punto in cui i derivati finanziari e le cose d’azzardo iniziano a valutare alcune delle cose interessanti”

Sembra che Buterin abbia accettato che la comunità stia perseguendo un rapido profitto al momento. Tuttavia, si rende conto che se le tasse non verranno abbassate presto, la comunità passerà ad altre opzioni per perseguire il proprio guadagno. Se ciò accade, Buterin non sarà nemmeno in grado di spingere la rete verso le sue visioni perché nessuno la userà.

L’invasione russa dell’Ucraina

Buterin ha anche commentato le ultime notizie sull’invasione russa dell’Ucraina e sul ruolo delle criptovalute nella questione. Proveniente da un’eredità russo-ucraina, Buterin ha anche agito incanalando centinaia di migliaia di dollari in sovvenzioni per aiutare gli sforzi in Ucraina. Riconoscendo l’effetto positivo della guerra alle criptovalute, Buterin ha dichiarato:

“Un aspetto positivo della situazione nelle ultime tre settimane è che ha ricordato a molte persone nello spazio crittografico che in definitiva l’obiettivo delle criptovalute non è giocare con immagini di scimmie da un milione di dollari, è fare cose che realizzino effetti significativi nel mondo reale”

Sembra che la guerra abbia posizionato le criptovalute in un luogo in linea con la visione di Buterik per il futuro di Ethereum. Le donazioni per aiutare l’Ucraina hanno potuto essere raccolte rapidamente, senza costi elevati e rapidamente da tutto il mondo. Un’immagine perfetta di collaborazione e unione in tutto il mondo si adatta alle aspirazioni di Buterin.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!