YouTube e NFT: la piattaforma web 2.0 vuole rendere più sicuri gli NFT fin dal lancio

Poche settimane dopo che sono emersi rapporti che suggeriscono che la piattaforma di condivisione video online più grande del mondo entrerà nel mondo blockchain, metaverse e NFT, la società ha fornito maggiori dettagli.

Con il 2021 che è diventato l’anno dei token non fungibili, a partire dall’inizio del 2022 tutti gli occhi erano puntati su tali asset e sul metaverso. Innumerevoli aziende sia dall’interno che dall’esterno del regno delle criptovalute continuano a salire a bordo e YouTube di Alphabet è stato l’ultimo a delineare tali piani, come riportato da Crypto-Blog.IT a fine gennaio.

Il gigante della condivisione di video voleva concentrarsi sull’espansione del proprio ecosistema per “aiutare i creatori a capitalizzare sulle tecnologie emergenti, comprese cose come gli NFT, continuando a rafforzare e migliorare le esperienze che creatori e fan hanno su YouTube“.

Twitter Crypto-Blog.IT

In un post sul blog più recente, il CPO dell’azienda, Neal Mohan, ha scavato più a fondo, indicando che alcune forme di NFT potrebbero essere effettivamente dannose per creatori e fan a causa di truffe o furto di copyright. Tuttavia, YouTube mira a renderli più sicuri:

“Dare un modo verificabile ai fan di possedere video, foto, opere d’arte e persino esperienze uniche dei loro creatori preferiti potrebbe essere una prospettiva interessante per i creatori e il loro pubblico”

YouTube vuole anche consentire ai suoi utenti di unirsi al metaverso, con una possibile idea che circola che potranno guardare video insieme. Molto probabilmente l’azienda inizierà con video relativi ai “giochi, in cui lavoreremo per portare più interazioni ai giochi e farli sentire più vivi”.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!