Secondo Zac Prince, BlockFi ha continuato a funzionare normalmente, a differenza di Celsius e Voyager, che hanno portato perdite per i loro clienti

L’hedge fund incentrato sulle criptovalute Pantera Capital (PC) ha pubblicato lunedì una lettera blockchain intitolata “DeFi ha funzionato alla grande”, argomentando contro un rapporto intitolato “DeFi Has an Existential Problem” del Wall Street Journal. Ha affermato che i protocolli DeFi hanno ampiamente sovraperformato le piattaforme CeFi durante il crollo del mercato a causa dell’elevato grado di trasparenza e della pratica dell’eccessiva collateralizzazione.

Il CEO di BlockFi Zac Prince ha affrontato la questione su Twitter, definendo la lettera del PC imprecisa nel caratterizzare la sua azienda come un esempio fallito di CeFi insieme a società in bancarotta come Voyager e 3AC. Ha chiarito che BlockFi non ha mai utilizzato attività DeFi per generare rendimenti elevati a spese dei suoi utenti.

DeFi come alternativa superiore

L’articolo di PC, pur affermando che i protocolli DeFi sono superiori come alternative di prestito e prestito, ha definito Celsius e BlockFi per fare affari con controparti che hanno poi investito fondi nei protocolli DeFi come problematici perché quando sono costretti da contratti intelligenti a rimborsare i loro prestiti, potevano mentire e poi nascondere i propri clienti.

In quanto tali, queste piattaforme hanno messo a rischio i fondi degli utenti a causa della mancanza di trasparenza. In confronto, l’articolo sostiene che i clienti DeFi non sono soggetti a tale schema in quanto possono monitorare i protocolli e avere un quadro completo delle transazioni eseguite sulla blockchain.

Inoltre, la lettera attribuiva la natura della tecnologia blockchain al fatto che i protocolli DeFi non subissero un crash così grave che si è verificato sui prestatori di criptovalute centralizzati.

“La visibilità e la trasparenza di Blockchain derivano dalla responsabilità. Le applicazioni DeFi non possono sfuggire ai fondi, né implementarli in strategie che i tuoi investitori al dettaglio non hanno accettato, né favorire un investitore rispetto a un altro, né essere sotto-garanzie senza che gli altri lo sappiano”

A differenza della mancanza di trasparenza nel CeFi che rende gli investitori dipendenti dalle voci di mercato per capire dove sono finiti i loro depositi, i protocolli DeFi sono vantaggiosi grazie al loro meccanismo di esecuzione automatica. Inoltre, hanno asset sovra-collateralizzati che garantiscono che un crollo del mercato non farebbe crollare l’intero sistema poiché la liquidità si riduce.

Twitter Crypto-Blog.IT

Le confutazioni del CEO di BlockFi

L’amministratore delegato di BlockFi, Zac Prince, considerava questo confronto impreciso e fuorviante poiché classificava erroneamente la sua azienda nella stessa categoria di altre note aziende fallite. Prince ha trovato particolarmente inaccettabile che Blockfi sia stato nominato insieme a Celsius e Voyager come una versione crittografica di Lehman Brothers.

Inoltre, il CEO ha chiarito che la sua azienda non aveva utilizzato i fondi dei depositanti per alcuna attività DeFi, una pratica utilizzata da molte società di prestito fallite per generare rendimenti elevati per i propri clienti.

Mettere @BlockFi insieme a Celsius e Lehman Brothers nella stessa frase è fuorviante. Erano/sono in bancarotta o insolventi, noi no. Apprezzerei la modifica di questo se sei aperto a essere più accurato con la tua scrittura.

Per deviare ulteriormente la voce secondo cui BlockFi è sull’orlo del collasso, Prince ha affermato che la società di prestito sta ancora gestendo TUTTI i nostri prodotti proprio come eravamo un mese fa (prestiti, trading, interessi e carte di credito).

Considerando che il Protocollo Anchor di Terra aveva dato il via all’effetto domino che in seguito ha rovesciato un gruppo di aziende crittografiche, Prince ha aggiunto che lo spazio DeFi non è perfetto come affermato dal PC, poiché non è ancora in grado di affrontare alcuni problemi che CeFi può fare. Detto questo, crede che il recente fiasco che circonda le piattaforme CeFi non dovrebbe segnare la fine di un tale modello di business.

Fonte

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!