Zhu Su rompe il silenzio: Gli avvocati di 3AC hanno definito deludente il deposito del tribunale e hanno accusato i creditori di adescare i loro clienti

Dopo una breve interruzione attraverso i canali dei social media, il co-fondatore di 3AC Zhu Su ha twittato che la loro “buona fede” nel collaborare con i liquidatori dell’hedge fund è stata calpestata.

Ha anche pubblicato istantanee di e-mail inviate da Advocatus Legal LLP, lo studio legale con sede a Singapore che agisce per conto dei fondatori del fondo, in cui si afferma che adotteranno le misure necessarie per ottenere le sanzioni appropriate.

Lo studio legale ha chiesto ai creditori se menzionassero nei documenti del tribunale le minacce di violenza fisica che i fondatori di 3AC e le loro famiglie stavano affrontando. Advocatus Legal LLP ha anche affermato che i suoi clienti hanno lavorato con molta pressione sul tempo e non avrebbero proceduto con una chiamata programmata per oggi, data la recente svolta degli eventi.

La risposta arriva il giorno dopo che gli avvocati in cerca di un aiuto provvisorio di emergenza hanno detto alla corte che i fondatori del travagliato hedge fund blockchain non stavano collaborando. Il deposito presso il tribunale fallimentare degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York menzionava anche il ritrovamento di un ufficio abbandonato e un mucchio di vecchia posta. Hanno affermato di non essere riusciti a individuare i fondatori e hanno ipotizzato che i due potessero essere fuggiti da Singapore.

Gli avvocati d’ufficio avevano anche chiesto al tribunale di citare in giudizio i fondatori e di far loro fornire un elenco di beni aziendali come portafogli che controlla, conti bancari, asset digitali in suo possesso, contratti derivati, titoli e conti crediti, e tutte le società record.

Per soddisfare le richieste, è stato allegato un foglio di calcolo con i dettagli del patrimonio dell’azienda all’e-mail più recente degli avvocati di Zhu.

Fonte

Twitter Crypto-Blog.IT

Iscriviti alla nostra news letter, perché un’email, potrebbe cambiarti la vita!